METALMECCANICI. FIRMATO L’ACCORDO SENZA LA FIOM

15/10/2009

15 ottobre 2009

Metalmeccanici. Firmato l’accordo senza la Fiom

Accordo separato per i metalmeccanici. FIm e Uilm firmano siglano un accordo che prevede un aumento mensile di 112 euro per il triennio 2010-2012. La Fiom non ci sta. “E’ un accordo separato che consideriamo illegittimo sulla parte normativa” dichiara il segretario generale della Fiom, Gianni Rinaldini, “manteniamo ferma la nostra richiesta per quanto riguarda il biennio, l’aumento salariale che è stato concordato oggi lo consideriamo semplicemente un anticipo”.
Rinaldini ha proposto a Fim e Uil di sottoporre l’accordo al referendum dei lavoratori metalmeccanici, senza la loro approvazione la Fiom non applicherà quelle regole.
E’ un contratto che svaluta il valore dei lavoratori metalmeccanici, offende i diritti e la democrazia". Cosi’ il segretario nazionale della Fiom, Giorgio Cremaschi, commenta il nuovo accordo separato sul rinnovo del contratto dei metalmeccanici.
Il presidente di Federmeccanica, Pierlugi Ceccardi, invece definisce l’accordo “molto buono e molto responsabile nei confronti del paese e dei lavoratori. E’ un atto di grande responsabilità”.
E alla Fiom, che non ha partecipato alla trattativa, gli industriali dicono: “e’ un grande sindacato ma si e’ chiamato fuori dalla partita perchè per merito e metodo hanno presentato una piattaforma non utile ad un accordo”.