Messina. Conad Girasole, Sit-in alla Prefettura

09/01/2003







EDIZIONE DI MESSINA


Anno 50
Giovedì 9/1/2003

CONAD GIRASOLE
Sit-in alla Prefettura

Sono pronti a far sentire nuovamente la propria voce i lavoratori dei supermercati Girasole, al centro di una dura e lunga vertenza insieme con i colleghi dei punti vendita Conad. I 40 dipendenti della società “Medis” (che con la “Marketing Sud” gestiva i centri) sono ancora sul piede di guerra a causa del mancato avvio delle procedure di cassa integrazione. E per oggi è previsto un “presidio” di protesta davanti alla Prefettura. In pratica la società non ha recepito il verbale sottoscritto lo scorso mese di dicembre al ministero del Lavoro, che aveva appunto stabilito la Cigs per i dipendenti, che a metà novembre si sono visti recapitare una comunicazione di chiusura dei supermercati (15 quelli in città e in provincia). I tempi di ottenimento del sussidio sembrano infatti slittare e c’è tensione tra questi lavoratori, anche perché non hanno ancora ricevuto le mensilità arretrate. Ieri pomeriggio si sono riuniti in assemblea, assieme al segretario provinciale della Filcams-Cgil, Giuseppe Silvestro, proprio per concordare le nuove azioni di lotta da intraprendere. Si riparte oggi con un nuovo sit-in in attesa che il presidente della società provveda a presentare i documenti necessari all’avvio delle procedure per la cassa integrazione. In caso contrario, sarà chiesto un nuovo incontro al ministero. Sul fronte delle trattative per la nuova gestione dei supermercati, occupati per giorni da lavoratori, proseguono le riunioni con i rappresentanti della catena francese Carrefour. I market, infatti, dovrebbero riaprire sotto questo marchio, ma i tempi sono ancora incerti. (i.c.)