Mercatone Business, Esito incontro 30/08/2011

TESTO UNITARIO

alla presenza di una folta delegazione, si è tenuto il programmato incontro con Mercatone Business. L’azienda ha nuovamente presentato la situazione che già vi abbiamo illustrato nel precedente comunicato, spiegando le motivazioni dei CDS. Tali motivazioni risiedono sia in un pesante calo del fatturato, che si aggira intorno ad una media del 12%, sia nella necessità di rivedere, secondo l’azienda, l’organizzazione del lavoro per meglio rispondere alle esigenze del mercato.

In particolare Mercatone Business intenderebbe avere maggiore flessibilità degli orari di lavoro, riducendo il numero dei full-time ed aumentando quello dei part-time. Abbiamo convenuto di incontrarci nuovamente i giorni 17 e 24 settembre, a Bologna ( l’azienda ci comunicherà il luogo esatto).

Prima del prossimo incontro, l’azienda incontrerà, a livello regionale, le strutture che saranno coinvolte dai Cds in questa prima fase (Friuli Venezia Giulia, Veneto, Lombardia, Toscana, Liguria e Puglia) per affrontare il dettaglio degli esuberi per ciascun punto vendita, la riduzione degli orari di lavoro e la conseguente organizzazione del lavoro. Da parte nostra ci siamo impegnati ad analizzare l’accordo già sottoscritto in Piemonte evidenziando le eventuali modifiche da apportare, dato che le realtà che saranno impattate sono molto più numerose e diverse fra di loro.

L’azienda procederà anche ad aprire una procedura di mobilità, che potrà essere con l’esclusivo criterio della volontarietà per il periodo di Cds, in particolare per lavoratrici e lavoratori prossimi alla pensione. L’azienda prenderà contatto con le nostre strutture regionali, nei prossimi giorni, per concordare luoghi a date degli incontri specifici.

p/FILCAMS Cgil Nazionale
Sabina Bigazzi