Mercato Business, esito incontro 18/10/2011

si è conclusa ieri, 18 ottobre, la trattativa per i Cds in Mercatone Business. Rispetto al testo che vi ho inviato il 17 ottobre, sono state recepite delle importanti modifiche, che, oltre a correggere dei temi critici (riduzione massima, equità, ricorso a contratti flessibili, ecc.), rafforza sostanzialmente il ruolo delle RSA/RSU e delle relazioni sindacali.

L’accordo introduce anche il principio di equità privilegiando, prioritariamente la rotazione del personale da porre in Cds, cosa che fino a ieri l’azienda aveva osteggiato. In seguito a quanto emerso nel nostro coordinamento del 14 ottobre, abbiamo nuovamente ed ampiamente discusso sul ruolo dei direttori dei Pdv e sulle modalità di rapporto con RSA/RSU e OO.SS territoriali, l’azienda ha ribadito l’impegno ad affrontare il confronto a livello di Pdv con la massima disponibilità e trasparenza. Tuttavia Mercatone Business, come è noto, non ha mai praticato relazioni sindacali fino ad ora. Sarà quindi necessario il massimo impegno da parte nostra a garantire la corretta applicazione dell’accordo. Vi invito, inoltre, a segnalarmi tempestivamente gli eventuali problemi che si dovessero creare.

Abbiamo sottoscritto anche il verbale di accordo di chiusura della procedura di mobilità, che prevede un incentivo di 6 mensilità lorde comprensive dei ratei di 13a e 14a, per coloro che esprimessero la loro volontà di non opporsi al licenziamento entro il 31 dicembre, maggiorata di 400 euro qualora tale comunicazione fosse inviata entro il 15 novembre, e di 4 mensilità, con le stesse modalità, per coloro che manifestassero la loro volontà entro il 30 giugno prossimo, maggiorata di 400 euro, se anticipassero la comunicazione entro il 31 marzo. Si prevedono anche clausole di garanzia nel caso intervenissero modifiche normative per l’accesso alla pensione.

Infine, il terzo verbale sancisce l’impegno a proseguire il confronto, a partire dalla metà di novembre , per il Cia, partendo dai temi più importanti: relazioni industriali, organizzazione del lavoro, forme incentivanti ecc.

E’ importante ora svolgere le assemblee sull’Ipotesi di Accordo, che si dovranno tenere entro le prossime due settimane. Vi prego di darmi tempestivo riscontro anche telefonico sull’esito delle assemblee. Nel frattempo l’azienda avvierà il percorso di incontri e confronto a livello di Pdv per trovare soluzioni condivise sulla distribuzione della riduzione e sull’organizzazione del lavoro, come previsto dall’Ipotesi di Accordo.

Va sottolineato che l’Ipotesi di Accordo e gli accordi sottoscritti, oltre a rappresentare un buon punto di mediazione nell’ambito dei Cds, sanciscono, per la prima volta, un percorso di relazioni sindacali con Mercatone Business, a cui l’azienda si è sempre sottratta anche sul piano della semplice informativa.

In ultimo, l’azienda ci ha informato che il tasso di sindacalizzazione è pari al 30/35%, di cui, il 60%, iscritto alla Filcams. In conseguenza di ciò, l’azienda ha comunicato, già nel primo incontro in plenaria, che non sta applicando il CCNL separato, ad esclusione degli aumenti, e nell’Ipotesi di accordo si dichiara che “Mercatone Business applica i CCNL di settore sottoscritti dalle OO.SS maggiormente rappresentative”.

p. la Filcams Cgil Nazionale
Sabina Bigazzi

All.3 – verbale di accordo 18-10-2011 (1)
verbale di accordo 18-10-2011 (2)
Ipotesi di accordo 18-10-2011