Megale, Cgil: «Tributi lavoro saliti del 5,5% dal 2000»

17/02/2010

«Negli ultimi dieci anni, dal 2000ad oggi, i lavoratori dipendenti e i pensionati hanno pagato più tasse per una percentuale pari al 5,5: non si può attendere oltre, il governo decida subito di ridurre le tasse sul lavoro e sulle pensioni». È quanto ha denunciato ieri a Bari il segretario confederale della Cgil, Agostino Megale, nel corso della seconda tappa della campagna“Per un fisco giusto”: un’iniziativa in giro per l’Italia per presentare e sostenere le proposte di riforma fiscale in prossimità dello sciopero generale proclamato per il prossimo 12 marzo.
«Le entrate da reddito da lavoro dipendente e da pensione hanno registrato un incremento pari al 5,5% a fronte di una riduzione di circa il 15% di tutte le altre entrate – ha dichiarato Megale -, il che rende ancora più attuale la necessità di una riforma fiscale più giusta e più equa».