Mediamarket, esito incontro 31/05/2016

Roma, 1 giugno 2016

Testo Unitario

il giorno 31 Maggio 2016 si è tenuto l’incontro con Mediamarket per la definizione dell’insieme degli strumenti utili a fronteggiare gli esuberi presenti nei 28 punti vendita su tutto il territorio nazionale.
Le parti hanno quindi definito un accordo quadro che sancisce incentivi per il trasferimento pari a 5000 € aggiuntivi al rimborso spese secondo quanto previsto dal CCNL che saranno ridotti qualora il trasferimento possa dare l’opportunità di aumenti di orario. Nell’ambito del confronto è emerso che l’apertura delle unità produttive di Arese, Brindisi, Foggia, Palermo e Verona rappresentano un’opportunità di ricollocazione che, qualora incontrasse la volontà dei lavoratori a trasferirsi, potrebbe rappresentare una soluzione rilevante agli esuberi. A queste si aggiungono alcune possibilità di accogliere personale sulla rete vendita già esistente, pertanto l’impresa comunicherà l’insieme delle posizioni aperte e i lavoratori formalizzeranno le proprie disponibilità, i trasferimenti saranno reciprocamente confermati alla definizione delle condizioni.
L’impresa ha confermato che aprirà una procedura di mobilità che si concluderà con il solo criterio della non opposizione al licenziamento. L’accordo quadro stabilisce che gli incentivi alla non opposizione al licenziamento saranno pari a 14 mensilità per le persone che manifesteranno la disponibilità entro il 14 Luglio e 9 mensilità per quelli che aderiranno dal 15 Luglio 2016. Le federazioni nazionali incontreranno l’impresa il 6 Giugno per l’esame congiunto previsto da legge e per sottoscrivere il verbale di accordo della procedura di mobilità.
Sono inoltre previsti incentivi per le lavoratrici ed i lavoratori full time che si renderanno disponibili alla riduzione oraria: 1200€ per il passaggio a 28 ore, 3000€ a 24 ore, 5000€ a 20 ore e 6000€ a 18 ore. Su richiesta delle organizzazioni sindacali saranno escluse nelle novazioni contrattuali le prestazioni lavorative nei festivi mentre l’azienda ha confermato la necessità di introdurre il lavoro domenicale.

Il piano degli incentivi terminerà il 30 Settembre 2016 con la scadenza dell’anno fiscale.

Le parti hanno inoltre condiviso la proroga del contratto di solidarietà. Alla proposta delle organizzazioni sindacali di una naturale proroga di 12 mesi l’impresa ha dichiarato la disponibilità di proseguire per soli altri sei mesi. Nell’ambito della trattativa le parti hanno condiviso che il contratto di solidarietà sarà prorogato fino al 30 Aprile 2017 ossia per ulteriori 10 mesi.
Il prossimo incontro è previsto per il giorno 27 Giugno 2016 per fare una verifica sullo stato di avanzamento del piano di incentivi e sottoscrivere il contratto di solidarietà.

p. La Filcams CGIL Nazionale
Alessio Di Labio