McDonald’s vuol licenziare il manager col pizzetto – Repubblica 12.01.2001

http://www.repubblica.it/quotidiano/repubblica/20010112/bologna/073bocro.html

McDonald’s vuol licenziare il manager col pizzetto
il caso


«Hai il pizzetto? Ti devi dimettere». E’ questa la «motivazione»regolamento aziendale alla manocon cui un supervisore dei McDonald’s di Bologna intende licenziare, per ora senza riuscirviun suo diretto sottoposto, un manager del McDrive di Casalecchio. La vittima dell’episodio è un giovane dirigente della struttura, Gilberto Argini, 25 anni e una carriera rapidissima all’interno del locale: assunto il primo ottobre ’99 come cameriere, dal primo gennaio 2000 promosso manager, un quadro di quarto livello. «Andava tutto bene finchè il locale era gestito dal licenziatarioracconta Argini . Ma dal primo agosto scorso, visto che la clientela mancava, il proprietario, con cui avevo un ottimo rapporto, ha “passato’ il locale alla Company, che ha mandato due dirigenti francesi a comandare il locale». Da lì iniziano i guai per il giovane manager: il supervisore, che gestisce tre locali a Bologna, gli ordina di «tagliare il pizzetto, altrimentispiega Argini mi posso considerare fuori dal locale»; il pizzetto secondo il supervisore, Sahri Fouad, non sarebbe consono agli standard della multinazionale Usa. Ma il pizzetto della discordia non è, in realtà, un vezzo del giovane manager, che da tempo soffre di una forte dermatite, ed aveva deciso di farsi crescere barba e baffi per essere «almeno presentabile».