McDonald’s: In Italia è tutto ok, +9%

26/09/2002

ItaliaOggi
Numero
228, pag. 17 del 26/9/2002
di Viridiana Masciandaro



In Italia è tutto ok: +9%

McDonald’s sarà in crisi negli Stati Uniti o in qualsiasi altro Paese, ma in Italia proprio no. Parola di Alfredo Pratolongo, direttore comunicazione del gigante del fast food nella penisola che, in controtendenza rispetto al chairman Jack Greenberg, spende parole di soddisfazione per i risultati raggiunti. Ma come mai tale discrepanza? ´In Italia McDonald’s è ancora molto giovane rispetto ad altre nazioni’, spiega Pratolongo, ´il primo negozio è stato aperto nell’85 e per i primi dieci anni la crescita è stata lenta ma sistematica tanto che poi, tra il ’96 e quest’anno, sono nati altri 300 McDonald’s e oggi ci sono 330 negozi in tutta Italia che accolgono quotidianamente 620 mila persone. Il nostro sistema di ristorazione’, continua il direttore della comunicazione, ´secondo alcune ricerche da noi condotte, è ancora poco conosciuto, nonostante gli italiani consumino spesso e volentieri i nostri prodotti. Infatti abbiamo registrato un + 9% della clientela fra gennaio e agosto 2002, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, e il fatturato, che per il 2001 ammonta a 430 milioni di euro, per la fine di quest’anno prevediamo che avrà un incremento fra il 5 e il 10%. Tutto quindi si può dire tranne che siamo in crisi’. E per crescere nel cuore degli italiani McDonald’s Italia, fra gennaio e luglio 2002, ha investito 31,2 milioni di euro in comunicazione.