McDonald’s da Salvi

19/01/2001



   


18 Gennaio 2001






CALIFORNIA
McDonald’s da Salvi

Nei prossimi giorni i vertici della McDonald’s Italia saranno convocati presso il ministero del Lavoro. I sindacati di categoria Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil hanno ottenuto da parte del ministero l’impegno allo svolgimento dell’incontro. Da oltre un mese i dipendenti McDonald’s sono in stato di agitazione: a Milano, il 31 dicembre e l’1 gennaio scorsi, sono stati effettuati degli scioperi in parecchi locali. I dirigenti della multinazionale dovranno rispondere di tre questioni principali. La prima: la distinzione tra locali a gestione diretta e concessionari. Rispetto a questi ultimi – che sono 273 su 295, oltre il 90% del totale – la Company si dice non responsabile di fronte ai sindacati, nonostante condivida con essi, oltre al marchio, strategie pubblicitarie, organizzazione del lavoro, la rigida impostazione dei menù e delle regole interne. Si parlerà anche dei casi di mobbing, denunciati in molti locali. E, infine, del rispetto dei part-time.