McDonald’s 2 licenziati in USA perché facevano proselitismo sindacale, giugno 1998

Bollettino n. 8 – giugno 1998

a cura del Comitato Chiapas di Torino


NOTIZIE

DESAPARECIDAS

DAL MONDOSTATI UNITI, 12 giugno. Jamal Nickens, 20 anni, e Bryan Drapp, 19 anni, che nonostante la loro giovane età sono i primi due dipendenti della Mcdonald’s che abbiano osato ribellarsi alle pessime condizioni di lavoro all’interno della grande catena di alimentazione, sono stati licenziati: hanno già presentato ricorso al National Labor Relations Board. I due sono stati licenziati perché si sono presentati al lavoro, lunedì mattina, con la scritta "iscrivetevi al sindacato" dipinta sui loro volti. Uno dei dirigenti del locale gli ha allora scattato una fotografia e uno dei due lo avrebbe minacciato se l’uomo non gli avesse consegnato immediatamente il rullino. Una ventina di dipendenti dello stesso Mcdonald’s avevano protestato lo scorso mese contro le brutali condizioni alle quali sono soggetti durante l’orario di lavoro: insulti, ricatti e soprattutto perché i nuovi assunti ricevevano paghe più alte dei più vecchi impiegati. I due ragazzi licenziati avevano di conseguenza minacciato che si sarebbero rivolti ad uno dei maggiori sindacati del settore. Ora il licenziamento in tronco.