MC DONALD’S, UNA PROCEDURA DI MOBILITÀ PER QUASI 100 DIPENDENTI A MILANO E PROVINCIA

24/09/2012

24 settembre 2012

Mc Donald’s, una procedura di mobilità per quasi 100 dipendenti a Milano e provincia

Mc Donald’s, famosa catena di fast food, ha aperto una procedura di mobilita per licenziare 95 lavoratori su 157 con un orario superiore alle 30 ore. La procedura riguarda 8 ristoranti a Milano, più 4 in provincia Assago, Rozzano, Linate e Legnano.
Le Organizzazioni sindacali Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil di Milano stano organizzando iniziative in tutti i punti vendita.
Sabato scorso si sono svolte assemblee nei ristoranti interessati; la partecipazione è stata molto alta tanto che alcuni locali sono rimasti chiusi.
Martedì 25 settembre, si terrà uno sciopero di un’ora sia in corrispondenza dell’ ora di pranzo che della cena con iniziative davanti a tutti i ristoranti e conferenza stampa davanti al Mc Donald’s al Duomo.
Un’operazione strana secondo la Filcams Cgil di Milano: “È un’azienda che va bene e la procedura porterà al licenziamento non in base alla mansione, ma alla durata della prestazione lavorativa. In pratica rischiano il posto 6 lavoratori anziani su 10.”