Matilde Serao

Domenica_Donne_MatildeSerao

Chi era

Matilde Serao è stata una scrittrice e giornalista italiana. Nata a Patrasso (Grecia), dove il padre si era rifugiato perché ritenuto un attivista antiborbonico, tornerà presto in Italia, con la caduta di Federico II. Il diploma magistrale e un impiego presso i Telegrafi di Stato non bloccheranno la sua vena di scrittrice. A 22 anni scrive la sua prima novella e poco dopo si trasferisce a Roma, dove collabora con molti giornali e riviste, scrivendo su tutto, dalla cronaca rosa alla critica letteraria. Muore nel 1927, al tavolo di lavoro, per un infarto.

La ricordiamo

È stata la prima donna italiana ad aver fondato e diretto un quotidiano, Il Mattino, con il marito Edoardo Scarfoglio. Nonostante la separazione dal marito, la Serao continuò ad occuparsi di giornalismo e diede vita al Giorno, nel 1904. Scrittrice prolifica ed eclettica, ha lasciato migliaia di scritti, tra romanzi, saggi, cronache, lettere e critiche. In aperta polemica contro il nazionalismo esasperato e la guerra, Matilde Serao si vide soffiare da Grazia Deledda il premio Nobel (nel 1926) per il mancato gradimento del governo fascista alla sua candidatura.

Hanno detto di lei

«Fantasia mirabilmente limpida e viva» (Benedetto Croce in un saggio del 1903)

«La più forte prosatrice d’Italia» il giudizio di Giosuè Carducci

Approfondimenti

Aa.vv., Matilde Serao. Vita, opere, testimonianze, Casoria, Ed. di Quarto Potere, 1977

Antonio Ghirelli, Donna Matilde, Venezia, Marsilio, 1995