Matera. Cit: aumenta la preoccupazione

22/03/2006

    marted� 21 marzo 2006

    1- La Cit ha evitato il fallimento
    2- Aumenta la preoccupazione tra i sindacati e l’Api
    3- Dai fasti dei vip all’amministrazione straordinaria

    I prezzi pregiati della holding che sono stati realizzati al Sud, come Scanzano Jonico, andranno al Gruppo Soglia?

    La Cit ha evitato il fallimento
    Adesso continua la gestione da parte del commissario straordinario

    Filippo Mele

    SCANZANO JONICO – Con il fiato sospeso per il destino della Cit Holding, la spa che ha realizzato due megavillaggi turistici da 1800 posti letto sul litorale del comune del Metapontino. Circa 350 dipendenti, infatti, ed una miriade di imprese artigiane seguono, da mesi, le vicende di questa societ� in crisi nella speranza i primi di vedersi onorate le loro spettanze e salvaguardato il posto di lavoro, i secondi di vedersi pagate fatture per milioni di euro per la realizzazione dell’Hotel Portogreco.

    Ma perch� la "suspence"? Perch� nei giorni scorsi si � tenuta davanti al giudice del Tribunale di Milano l’udienza prefallimentare su istanza di alcuni creditori. Qualche giorno prima, intanto, il ministro delle Attivit� produttive, Claudio Scajola, aveva ammesso la Cit alla procedura stabilita dalla Legge Marzano sulle grandi aziende in crisi. Procedura, per�, che alcuni avevano messo in dubbio in attesa della pronuncia del Tribunale. Pronuncia che c’� stata il 16 marzo anche se la spa ha diffuso la notizia nella mattinata di ieri. �Il Tribunale fallimentare di Milano – si legge nel comunicato stampa – ha accolto la domanda di accertamento e dichiarazione dello stato di insolvenza presentata dalla Cit in amministrazione straordinaria, ai sensi della Legge Marzano. In accoglimento della domanda della spa, il Tribunale, riconosciuti validi i criteri di ammissibilit� alla procedura di amministrazione straordinaria, ha accertato e dichiarato lo stato di insolvenza della stessa; nominato Bartolomeo Quatraro in qualit� di Giudice delegato alla procedura; assegnato ai creditori che vantano diritti reali mobiliari su beni in possesso della Compagnia, il termine di 60 giorni per il deposito delle domande di ammissione; disposto l’esame dello stato passivo con udienza del 3 luglio 2006, alle 10; ordinato le modalit� di pubblicazione della sentenza e la comunicazione della stessa al Ministero delle Attivit� produttive�.

    Dunque, si va avanti con il commissario straordinario, Ignazio Abrignani, avvocato romano iscritto a Forza Italia, che dovr� tentare di salvare il salvabile della gloriosa societ� gi� di propriet� pubblica prima di passare al manager varesino Gianvittorio Gandolfi. Manager che � uscito di scena definitivamente dalla holding dopo aver ceduto al prezzo simbolico di un euro il suo pacchetto di maggioranza, 39 per cento delle azioni, al Gruppo Soglia, di Salerno. Proprio il gruppo, cio�, guidato da Gerardo Soglia, che pare molto interessato ai villaggi del sud Italia della Compagnia tra cui, ovviamente, anche quelli di Scanzano Jonico. Abrignani, infatti, per rientrare dei debiti, che al 30 giugno scorso erano di 165 milioni di euro, a fronte di un patrimonio netto negativo per 52 milioni di euro, probabilmente, dovr� smembrare la holding e cedere i suoi �pezzi pregiati�. Ed il Villaggio Torre del Faro e l’Hotel Portogreco, le due strutture sullo Jonio di Basilicata, hanno fatto sempre registrare, dalla loro inaugurazione, il tutto esaurito.

    ***

    Aumenta la preoccupazione tra i sindacati e l’Api

    SCANZANO JONICO – Tra chi segue con interesse le sorti del Gruppo Cit ci sono i sindacalisti di Filcams Cgil, Uilitucs Uil, e Fisascat Cisl, e dell’Api (Associazione delle piccole imprese). Sigle che hanno gi� interessato pi� volte il Prefetto di Matera alla vicenda. Nell’ultimo incontro, svoltosi sotto al presidenza del prefetto, Francesca Garufi, l’azienda era rappresentata dall’amministratore delegato, Arcangelo Taddeo.

    Ora, con l’avvio delle procedure della Legge Marzano, la spa � gestita da un Commissario straordinario di nomina ministeriale, Ignazio Abrignani. Quali intenzioni ha in merito alla Cit? Come intender� muoversi? Quale il suo Piano industriale per soddisfare i creditori, i dipendenti, e tentare di risanare la Holding?

    I sindacati nazionali hanno gi� chiesto ad Abrignani un incontro ufficiale. Siamo sicuri che per il versante �Metapontino� della spa non si faranno attendere iniziative dei rappresentanti dei lavoratori e delle imprese della nostra realt� provinciale. fi.me.

    ***

    Dai fasti dei vip all’amministrazione straordinaria

    SCANZANO JONICO C’era una volta il �sogno� del turismo dei Vip nel Metapontino. Un sogno coltivato dal manager Gianvittorio Gandolfi che, a capo della Cit dal 1998, si sarebbe innamorato della costa jonica lucana sorvolandola in elicottero. Cos�, dal 2001, ecco il Villaggio Torre del faro e poi il �4 stelle� Portogreco. Strutture dove hanno soggiornato attori, cantanti, calciatori, e dove Umberto Smaila aveva realizzato uno dei suoi club. In pi�, 550 miliardi di vecchie lire da spendere per altri 4 megavillaggi ed infrastrutture tra cui un’aviosuperficie. Poi, dopo l’11 settembre, la �grande crisi� sino all’orlo del fallimento ed alle procedure della Legge Marzano. Tanti i tentativi di salvataggio che sono naufragati. Il primo dell’ex presidente di Assolombarda, Benito Benedini, con l’appoggio della Livolsi & Associati. Il secondo della Tivigest, che fa parte della Compagnia delle Opere. Il terzo del Gruppo Soglia che risulta essere tra i principali creditori della Cit con una esposizione di 15 milioni di euro. Secondo indiscrezioni, Soglia � intenzionato a rilevare le strutture turistiche nel sud e guarda anche ad alcune controllate estere come Cit Canada e Cit Australia. Ora, per�, non resta che attendere le prime �mosse� del Commissario straordinario, Ignazio Abrignani.fi.me.