Marr prevede ricavi a 870 mln

06/12/2005
    martedì 6 dicembre 2005

    Pagina 7

    Marr prevede ricavi a 870 mln

      A fine anno. In crescita anche ottobre-novembre.

        Marr, principale operatore nel settore della distribuzione alla ristorazione extradomestica, ha fatto registrare, nel bimestre ottobre-novembre, una forte crescita dei ricavi delle vendite consolidati, a 135,7 milioni, +21,2% rispetto allo stesso periodo 2004, grazie al contributo per il 16,9% della crescita organica e per il 4,3% delle acquisizioni. Nei primi 11 mesi Marr ha ottenuto ricavi per 798,9 milioni, +11,5%, a cui vanno aggiunti 10,5 milioni per ´altri ricavi’. Il gruppo ritiene di raggiungere, a fine anno, ricavi totali consolidati almeno per 870 milioni (+9,5%, dato un po’ più alto rispetto ai piani della società. Le vendite al 30 novembre sono state trainate soprattutto dalla categoria di clientela ´street market’, che comprende gli operatori della ristorazione commerciale non appartenenti a gruppi o catene, con un +14% rispetto al 2004. Lo ´street market’, che rappresenta per Marr il core business dell’attività, ha un’incidenza sul totale delle vendite pari al 63,1%.

          Di particolare rilievo la crescita delle vendite nelle grandi città italiane, con un incremento medio del 16,4%, nonostante il generale contesto di contrazione dei consumi e di calo delle presenze turistiche.

          I ricavi nelle categorie ´national account’ (operatori della ristorazione commerciale e collettiva strutturata) e ´wholesale’ (grossisti di generi alimentari) sono stati in linea con le aspettative. ´L’andamento da inizio anno’, ha detto l’a.d. Ugo Ravanelli, ´ci consente di confermare le stime di crescita per fine anno, in linea con il trend che ha caratterizzato gli ultimi dieci anni di storia della società’. Marr, quotata al segmento Star di Borsa italiana, è controllata dal gruppo Cremonini. Nel 2004 ha realizzato ricavi consolidati per 794,8 milioni, un ebitda consolidato di 49,8 e un utile netto consolidato di 19,3.