Telecom, Manutencoop FM, GE.DI.S., esito incontro subappalto 30/08/2016

Roma, 31 agosto 2016

Si è svolto il 30 u. s. il previsto incontro per la gestione del passaggio del personale occupato nei servizi d’igiene dell’appalto Telecom nelle regioni Lombardia, Molise e Sardegna, a seguito dell’attivazione del subappalto da parte di Manutencoop F. M. SpA.

Nell’ambito dell’incontro abbiamo approfondito la questione relativa all’applicazione dell’art. 2112 c. c., in quanto il passaggio del personale poteva configurarsi come cessione di contratto in luogo del cambio di appalto.

Pur avendo avuto alcuni riscontri positivi da parte delle società di fatto si è addivenuti ad un accordo di cambio di appalto a seguito della novazione del contratto con Telecom e relativa autorizzazione al ricorso al subappalto, prima non attivabile.

Il passaggio del personale, diversamente da quanto previsto dalla lettera di avvio della procedura da parte di Manutencoop F. M. SpA non interverrà al 01.09.2016 ma al 01.10.2016.

Nella definizione delle condizioni di cambio di appalto oltre ad attivare la lettera a) dell’art. 4 del CCNL settore pulizie, servizi integrati/multiservizi, per cui tutti i lavoratori interessati manterranno le medesime condizioni previgenti, è stata mantenuta l’applicazione dell’art. 18 L. 300/70, nonché si è prevista una specifica clausola di salvaguardia.

Tale clausola prevede che eventuali inadempienze da parte delle società in subappalto, in materia di pagamento delle retribuzioni e/o dei contributi e/o condizioni contrattuali, sono motivo risolutivo del contratto di subappalto e si attiverà un immediato confronto per la salvaguardia occupazionale attraverso la riacquisizione del personale in capo a Manutencoop F. M., qualora riprendesse in carico lo svolgimento diretto del servizio, e/o di passaggio a nuova società subappaltatrice.

Altresì è stato previsto che se le nuove società subappaltanti dovessero porre in atto iniziative con ricadute sull’occupazione, le parti avvieranno un confronto per discutere in merito e salvaguardare le attuali condizioni.

Nell’accordo si è definito che nel mese di novembre p. v. si terranno incontri a livello territoriale.

P. Filcams Cgil Nazionale
Elisa Camellini