Telecom, Manutencoop FM, cambio appalto Global Service, esito incontro 03/03/2016

Roma, 4 marzo 2016


TESTO UNITARIO

Si è svolto il 3 u. s. l’incontro con Manutencoop F. M. SpA relativo alla comunicazione di cambio appalto per i servizi di global service di Telecom.

Durante l’incontro Manutencoop ha comunicato che Telecom Italia ha recesso il contratto di appalto a far data dal 19.03.2016 per effetto dell’applicazione di una clausola prevista dal contratto stesso.

A seguito del recesso di Telecom anche Roma Multiservizi uscirà dall’appalto essendo in subappalto da Manutencoop per i servizi di pulizia sul territorio di Roma.

Dato quanto sopra le OO. SS. hanno fatto rilevare che la gestione del cambio di appalto dovrà vedere coinvolta anche Roma Multiservizi al fine di garantire il passaggio del personale occupato presso la stessa su tale commessa.

Manutencoop, nel proseguo dell’incontro, ha illustrato la composizione del personale coinvolto che vede sia lavoratori che operano con il contratto del settore pulizie/multiservizi e per una quota parte con il CCNL del settore dei telefonici.

Rispetto alla composizione del personale e per i servizi svolti, che non sono unicamente di pulizia ma vedono una quota importante di lavoratori che svolgono attività di manutenzione, CED, gestione delle centrali telefoniche, ect., le OO. SS. hanno espresso forte preoccupazione visto che potrebbero subentrare imprese per le suddette tipologie di servizi che non applicano il CCNL del settore pulizie/multiservizi e quindi senza la tutela della clausola sociale.

La stessa preoccupazione l’ha sollevata anche l’azienda, dichiarando comunque che si sarebbe impegnata ad evitare eventuali licenziamenti.

In riferimento alle preoccupazioni esposte, Filcams, Fisascat e Uiltrasporti hanno comunque informato Manutencoop che avrebbero agito, congiuntamente alle categorie del settore dei telefonici, per chiedere a Telecom di prevedere la clausola sociale per le nuove assegnazioni.

Manutencoop, ha altresì informato le Organizzazioni Sindacali, che essendo stata rimossa la condizione alla base del recesso da parte di Telecom del contratto di appalto era a conoscenza di una rivalutazione da parte del committente della posizione assunta, non escludendo un ripensamento.

Fermo restando l’eventualità di un ripensamento, le OO. SS. hanno avanzato la richiesta di avere il completamento degli elenchi già ricevuti con tutte le informazioni utili per poter essere in condizione di predisporre il cambio di appalto visti i pochi giorni a disposizione e che il passaggio del personale riguarda oltre 600 lavoratori distribuiti sull’intero territorio nazionale.

Rispetto alle richieste avanzate Manutencoop, anche a nome e per conto di Roma Multiservizi, ha confermato che avrebbe trasmetto nell’arco della giornata odierna i dati mancanti al fine di non ostacolare il passaggio del personale.

Al termine dell’incontro è stato fissato un nuovo appuntamento per il 9 marzo 2016 per esaminare l’evoluzione della situazione e procedere nell’eventuale cambio di appalto, in tale occasione sarà presente anche Roma Multiservizi.

P. Filcams Cgil Nazionale
Elisa Camellini