MANPOWER: SITUAZIONE OCCUPAZIONALE TUTTA DA VERIFICARE

22/01/2009

FILCAMS-CgilFISASCAT-CislUILTUCS-Uil
Federazioni lavoratori commercio turismo servizi

22 gennaio 2008

MANPOWER: SITUAZIONE OCCUPAZIONALE TUTTA DA VERIFICARE

In data 21 gennaio 2009 si è tenuto a Milano il previsto incontro con la Direzione di MANPOWER in riferimento all’andamento aziendale e i riflessi occupazionali.

L’Azienda ha evidenziato la criticità dell’attuale fase che, alla luce della crisi economica in corso, ha ripercussioni su tutto il settore del lavoro in somministrazione con una flessione media del fatturato tra il 30% e il 40% che si ripercuote su MANPOWER anche se in termini inferiori.

Abbiamo quindi chiesto all’azienda come intende affrontare e contrastare questa fase di difficoltà economica e la strategia illustrata da MANPOWER in sintesi prevede:

    - reagire a questa prospettiva e garantire il mantenimento del presidio del mercato e del territorio attraverso la realizzazione delle diversificazioni.
    -Le diversificazioni consisteranno nella qualificazione e sviluppo del servizio di formazione; fornitura di servizi per la gestione di risorse umane; selezione del personale; specializzazione nei settori delle banche e aziende finanziarie, sanità, ristorazione. Il core-business rimane comunque la somministrazione.

L’Azienda ha quindi precisato che, attraverso l’attuazione di queste azioni, cerca di contenere gli effetti negativi della crisi e per il momento non vi sono ripercussioni negative per l’occupazione, né interventi significativi sul piano organizzativo. Tuttavia soltanto tra qualche settimana potrà dare un quadro più preciso dell’evoluzione della situazione anche in riferimento all’andamento del mercato che ad oggi presenta un andamento decisamente negativo.

Per parte nostra abbiamo rimarcato all’azienda la necessità di avere la massima trasparenza, sia rispetto al suo andamento, sia rispetto ad ogni azione che possa andare ad impattare sugli organici e sull’organizzazione del lavoro ed abbiamo chiesto che a fronte di una eventuale situazione critica ci sia l’immediata attivazione del confronto sindacale per trovare soluzioni concordate a tutela dei lavoratori.

Abbiamo quindi rimarcato all’azienda che non devono più verificarsi le pressioni registrate in alcune realtà, per indurre il personale a rassegnare le dimissioni.

L’azienda si è impegnata ad affrontare la situazione con il confronto e pertanto è stato già fissato un incontro di verifica per il 5 marzo prossimo.

Inoltre a fronte dei dati forniti rispetto al personale oggi in forza, imprecisi ed incompleti, si è impegnata a fornire a breve nel dettaglio la situazione occupazionale in modo completo indicando la struttura e la distribuzione geografica del personale Manpower, nonché il progetto di accorpamento delle filiali.

L’incontro del 5 marzo 2009 sarà di grande importanza per la verifica di tutto quanto sopra riportato e il nostro obiettivo, qualora si verificasse una situazione di crisi occupazionale, sarà la costruzione di un accordo che tuteli i lavoratori attraverso l’utilizzo di strumenti non traumatici.