MANPOWER: FIRMATO PRIMO CONTRATTO INTEGRATIVO

10/05/2005

FILCAMS-Cgil
Federazione lavoratori commercio turismo servizi
Ufficio Stampa
www.filcams.cgil.it

10 maggio 2005

MANPOWER: FIRMATO PRIMO CONTRATTO INTEGRATIVO

Filcams Fisascat Uiltucs hanno firmato il primo contratto integrativo aziendale con Manpower, agenzie di lavoro interinale.

L’accordo si concentra sui diritti sindacali, sulla regolamentazione per i turni di ferie e dei permessi per le visite mediche.

Il premio aziendale già in vigore per il 2005 mantiene la sua efficacia, ma a settembre si aprirà il confronto sulla revisione e l’adeguamento per il 2006.

«È un primo accordo – dice Massimo Nozzi, responsabile nazionale per la Filcams – il cui profilo positivo sta soprattutto nell’aver aperto l’area della contrattazione in un gruppo che opera in tutto il mondo e non è propenso a riconoscere un ruolo ai sindacati. Anche da noi finora la rappresentatività è stata debole. Le nostre federazioni hanno pochi iscritti e sei rappresentanti sindacali. Con l’integrativo tutte le sedi italiane possono ora essere rappresentate sindacalmente con il diritto a un rappresentante per federazione per la sede e per ciascuna zona Manpower».

L’attivazione di una bacheca elettronica pubblicata nell’intranet aziendale garantirà la comunicazione tra i dipendenti nelle diverse sedi – tre al massimo per unità produttiva –, mentre l’assemblea, è stato precisato, è retribuita anche se svolta fuori dall’orario di lavoro.

Con l’accordo Manpower, che si aggiunge agli accordi firmati con Adecco, Obiettivo Lavoro e Trenkvalder, è ora coperto da contratto integrativo più del 65% degli addetti alle agenzie di lavoro interinale.

Intanto, nel campo della rappresentanza associativa delle agenzie, è in corso il tentativo di unificare le tre attuali associazioni.

«Per la stabilità e la chiarezza del dialogo – dice Nozzi – è bene che questo tentativo approdi in fretta a una soluzione unitaria. Un unico interlocutore ci consentirebbe di trattare maggiori tutele per i lavoratori».