Manpower, esito incontro 28/01/2014

Roma, 29 gennaio 2014

Testo Unitario

il 28 gennaio scorso si è tenuto il previsto incontro con la Direzione Manpower.
Era presente anche Antonio Angioni, nuovo Organisation Talent Director, proveniente da Right Management. L’azienda ha comunicato che è partita la procedura per la costituzione del CAE ManPower e che il Paese di riferimento sarà il Regno Unito.
Come OO.SS. abbiamo definito positiva la cosa e con l’azienda si è concordato di preparare un breve abstract sul CAE ( cos’è, cosa fa, come funziona, quali saranno gli step di creazione) da inviare a tutti i dipendenti del gruppo ManPower.
Gruppo che ad oggi risulta formato da ManPower Italia, con 151dipendenti, ManPower srl, con 1066 dipendenti, ManPowerGroup Solution, con 36 dipendenti, ManPower Formazione, con 70 dipendenti, Experis, con 98 dipendenti, Elan Solutions, con 2 dipendenti, e Right Management, con 10 dipendenti, per un totale complessivo di 1433 dipendenti.
L’azienda ha annunciato che la nuova organizzazione del gruppo prevede che l’attività sia incentrata sulle vendite rafforzando la propria presenza sul mercato, pertanto ci sarà uno snellimento della struttura con la sparizione della figura del coordinatore d’area e dei livelli intermedi, che saranno rioccupati in attività di vendita.
Su nostra specifica richiesta, l’azienda ha dichiarato che al momento non sono previsti effetti sull’occupazione, anche in forza del fatto che l’andamento del 2013, pur leggermente peggiore dell’anno precedente, ha mostrato trend positivi per tutte le società del gruppo, ad eccezione di ManPower Formazione.
Per avere un quadro preciso e per poter monitorare la situazione abbiamo chiesto alla Direzione di fornirci l’elenco delle filiali aperte e la loro dislocazione territoriale, nonchè l"andamento del turn-over negli ultimi 6 mesi, in modo da avere un quadro completo sulle uscite e sulle assunzioni fatte nel periodo in esame, richiesta che l’azienda ha detto soddisferà in tempi brevi.
Per quanto riguarda ManPower Formazione, che è la società in sofferenza, è stata presentata richiesta di convocazione al Ministero del Lavoro per la concessione della proroga della CIG in deroga e si è in attesa di convocazione. nel frattempo abbiamo chiesto che per il personale coinvolto (7 persone) che al momento l’azienda ha posto in aspettativa non retribuita, venga comunque corrisposta un’anticipazione pari al valore ottenibile in CIG, considerando che tale cifra sarebbe comunque coperta dalle competenze spettanti (TFR, ecc.).
L’azienda ha dichiarato che in presenza di copertura delle competenze provvederà all’anticipazione.
Ha inoltre dichiarato che per quanto riguarda le ulteriori persone coinvolte nella riorganizzazione del backoffice della Formazione ( 4 training support e 4 bandi pubblici) si sta facendo una ulteriore riflessione sulle possibilità di utilizzo rispetto al percorso presentato durante il precedente incontro di dicembre.
L’incontro è terminato concordando sulla estensione dei parametri usati per la reperibilità festiva anche per la reperibilità notturna, riconoscendo a quest’ultima una indennità di 70,00€, la cui ratifica prevederà l’integrazione di tale istituto nel CIA.
Si rimane, quindi, in attesa della convocazione da parte del Ministero del Lavoro per la concessione della proroga della CIG in deroga per le 7 persone già coinvolte nella riorganizzazione di ManPower Formazione.

p. la Filcams Cgil Nazionale
Sandro Pagaria