Manpower, esito incontro 15/03/2011

Roma, 16 febbraio 2015

Testo Unitario

in data 15 febbraio 2011 è proseguito il confronto con la direzione di Manpower Italia sugli impatti occupazionali in alcune aree operative di Back Office della Sede di Milano, conseguenza diretta di un processo di outsourcing internazionale che sta interessando tutti i paesi europei.
Abbiamo raggiunto un’intesa preliminare che prevede l’adozione di strumenti non traumatici per i lavoratori interessati ( scesi grazie alla contrattazione da 30 a 25 unità).

Nello specifico:

    E’ stata individuata la cassa integrazione in deroga come ammortizzatore sociale fino al 31 dicembre 2011, la cui effettiva esigibilità è legata alle disposizioni in materia della regione Lombardia.
    L’uscita dei lavoratori sarà graduale e determinata dal criterio esclusivo della non opposizione al licenziamento.
    E’ stato concordato un sistema di incentivazione all’esodo differenziato a seconda dell’anzianità di servizio che prevede un minimo di 10 mensilità e un massimo di 14 mensilità globali di fatto; una mensilità ulteriore sarà erogata in presenza di figli. Qualora il lavoratore decida di uscire in anticipo rispetto alle scadenze che l’azienda ha indicato (30 giugno 2011, 30 settembre 2011, 31 dicembre 2011) come necessarie per garantire l’esternalizzazione dei servizi di amministrazione e fatturazione a IBM, il suo incentivo sarà decurtato di 1,5 mensilità.
    Manpower Spa si attiverà per promuovere tramite il suo staff una decisa azione di outplacement anche verso aziende sue clienti privilegiando ricollocazioni a tempo indeterminato e prevedendo eventuali interventi di formazione per rendere più spendibili all’esterno le professionalità in esubero. Tale sostegno alla rioccupazione si protrarrà fino al 30 giugno 2012.
    L’azienda si è resa anche disponibile a offrire eventuali ricollocazioni al proprio interno ( comprese le filiali limitrofe).

Come OOSS Nazionali abbiamo indicato per il proseguo del confronto il livello territoriale come il più adeguato a gestire gli strumenti individuati e per verificarne la concreta e corretta applicazione.

p. La Filcams CGIL Nazionale
Cristian Sesena