Manpower, esito incontro 09/11/2016

Roma, 14 novembre 2016

    Testo Unitario

    il 9 novembre scorso a Bologna si è svolto un incontro con la direzione di Manpower per continuare il confronto in merito al rinnovo del Contratto Integrativo Aziendale.
    Più specificatamente Manpower ha fornito risposte sulla parte inerente alla richiesta di introdurre un sistema premiante condiviso, sul welfare aziendale, su organizzazione del lavoro, formazione aziendale e su misure di conciliazione dei tempi di vita e di lavoro.
    Riguardo la richiesta di introdurre un sistema premiante condiviso tra le parti, la direzione aziendale si è dichiarata totalmente indisponibile. Tale scelta è stata motivata dall’impossibilità allo stato attuale di modificare un sistema basato sulle linee dettate dalla Corporate, dichiarando che l’eventuale introduzione di un nuovo modello rischierebbe di creare un impatto negativo sugli equilibri attuali, che hanno permesso di raggiungere gli obiettivi aziendali e dei singoli dipendenti fin qua ottenuti.
    Per quanto riguarda l’introduzione di misure di “welfare aziendale”, l’azienda ha dichiarato la propria disponibilità a prevedere contributi ad alcune tipologie di necessità, spaziando dalle spese scolastiche ai campus estivi per i figli dei dipendenti.
    Rispetto al tema “Organizzazione del lavoro”, l’azienda è disponibile a rivedere la normativa “Banca delle ore” dell’attuale CIA, estendendo a sei mesi la possibilità, su base volontaria dei lavoratori, di pianificare lo smaltimento delle ore e l’eventuale loro monetizzazione qualora non sia possibile utilizzarle.
    L’azienda ha chiesto di valutare a possibilità di frazionare le ferie a giornata intera , a mezza giornata ed a ore.

    Inoltre l’azienda ha anticipato che sta valutando di introdurre il “Telelavoro”, come strumento di una nuova organizzazione del lavoro, soprattutto per i ruoli inseriti nella sede legale di Via Rossini a Milano.
    Rispetto a questo tema, come OO.SS. abbiamo manifestato perplessità, in quanto lo strumento viene presentato come il mezzo col quale cambiare il modello organizzativo dell’impresa. A tal proposito abbiamo chiesto un approfondimento per capire che tipo di impatto può avere questo cambiamento sia in termini occupazionali sia in termini di conciliazione dei tempi di vita e di lavoro. La direzione del Gruppo Manpower ha precisato che la mancanza di risposta in merito alle restanti richieste fatte in piattaforma deve essere intesa come una loro indisponibilità.
    Come OO.SS. abbiamo manifestato tutta la nostra insoddisfazione in merito, stante la notevole distanza delle posizioni, invitando la delegazione aziendale ad effettuare un’ulteriore riflessione in merito alle richieste avanzate in piattaforma.
    Considerando il buon andamento economico del settore e del gruppo Manpower in particolare, come OO.SS. abbiamo chiesto di erogare comunque l’aumento contrattuale che era previsto a novembre, senza considerare la sospensione prevista dall’intesa sottoscritta il 24 ottobre 2016 tra Confcommercio e OO.SS.
    Su questo punto, comprendendo le ragioni della nostra richiesta, l’azienda si è dichiarata disponibile ad erogare la tranche economica a titolo di “Superminimo Assorbibile sui futuri aumenti contrattuali”.


    Al fine di continuare il confronto sul rinnovo del Contratto Integrativo Aziendale, abbiamo concordato di mettere in calendario fin da subito due date,
    il 29 novembre e il 19 dicembre. Nei prossimi giorni vi informeremo circa il luogo in cui si terranno i due incontri.

                            p. la Filcams Cgil Nazionale
                            Sandro Pagaria