MANIFESTAZIONE NAZIONALE ADDETTI PULIZIE DELLE SCUOLE A ROMA, UN OTTIMO RISULTATO

09/07/2013

9 luglio 2013

Manifestazione nazionale addetti pulizie delle scuole a Roma, un ottimo risultato


Hanno manifestato a Roma, l’8 luglio, davanti al Ministero della Pubblica Istruzione, le lavoratrici e i lavoratori degli appalti delle pulizie scolastiche, circa 4mila, provenienti da tutte le regioni d’Italia, nessuna esclusa, si sono ritrovati in molti per protestare contro l’ipotesi di nuovi tagli sulle risorse destinate ai servizi di pulizia, così come proposto ne “decreto del fare” da poco approvato dal Governo, se non modificato dal Parlamento.

A mezzogiorno una delegazione composta da funzionari e delegati di Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltrasporti, è stata ricevuta dai rappresentanti del Ministero dell’Istruzione, per illustrare la vertenza, dal percorso di stabilizzazione, all’attuale situazione che vede, dopo i tagli intervenuti dal 2010 fino ad oggi, la predisposizione di un ulteriore taglio pari a € 70 milioni per gli anni 2014-2015 contenuti nel Decreto del Fare.
Le Organizzazioni Sindacali hanno chiesto l’apertura di un tavolo politico di confronto che possa dare risposte esaustive per la continuità occupazionale e di reddito dei lavoratori attualmente impiegati nei servizi di pulizia e ausiliari nelle 4mila scuole di ogni ordine e grado; e allo stesso tempo, trovare un confronto su un progetto differente da quello finora attuato dal Miur, che dia risposte definitive ad una vertenza che si trascina da oltre 10 anni.

L’incontro è stato pianificato per il 22 luglio prossimo” affermano i sindacati, “e riteniamo il risultato ottenuto un primo passaggio positivo per potere avere soluzioni ai problemi posti, primo fra tutti il rientro dei tagli e una corretta gestione dell’attuale gara Consip.

Contemporaneamente, le categorie sindacali hanno consegnato alle Confederazione, le richieste di modifica dell’art. 58 del decreto del Fare, e hanno chiesto al Ministero dell’Istruzione che si attivi presso i Ministeri competenti per la decretazione della Cassa integrazione in deroga per il periodo 10 giugno-8 settembre 2013 per gli Ex Lsu, al fine di poter avere certezza di erogazione alle scadenze dovute dell’indennità di Cassa, nonché è stata avanzata la richiesta per gli Appalti Storici che il Miur si attivi con il Ministero del Lavoro, e per tramite con le sedi competenti regionali, per la continuità del riconoscimento del sostegno al reddito per i suddetti lavoratori.

Un piccolo passo avanti, uno minimo spiraglio di luce, che speriamo possa porre le basi per un confronto positivo e costruttivo, che riesca a far trovare una soluzione per le tante lavoratrici e lavoratori.