Mamme lavoratrici part-time:arriva un bonus

23/03/2001

Logo Repubblica.it

Pagina 34
Mamme lavoratrici part-time
arriva un bonus da 3 milioni

Un testo unico con le regole per le mamme e i papà
LA NOVITA’


ROMA – Arriva l’assegno di maternità per le lavoratrici precarie, cioè con contratti a termine o di consulenza. La Corte dei Conti ha dato ieri il via e nei prossimi giorni, dopo la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale, le madri (senza limite di reddito) potranno fare richiesta del bonus di tre milioni anche con valore retroattivo, ovvero se il figlio è nato dopo il 2 luglio 2000, data in cui la norma era stata varata senza però diventare realtà. Si tratta di un altro tassello al nuovo Welfare, che in questo caso riconosce e sostiene le lavoratrici atipiche: commenta il ministro per la Solidarietà sociale, Livia Turco.
Tutte le nuove regole per mamme e papà presentate in diversi testi di legge, decreti e regolamenti sono state sintetizzate in un testo unico che mercoledì scorso ha avuto il nullaosta del consiglio dei ministri. Nelle venti leggi accorpate si ribadiscono i criteri del lavoro notturno («Durante la gravidanza e durante il primo anno del figlio la madre ha diritto a non svolgere lavoro notturno»); si chiarisce meglio il meccanismo dei congedi parentali («Il congedo spetta alla mamma o al papà per ogni figlio generato, anche in caso di gemelli, adozioni e affido preadottivo»); e cosa occorre per ottenere il permesso per malattia del figlio.