Maia, Ipotesi Accordo premio di risultato e nastri orari 23/05/2000

IPOTESI ACCORDO PREMIO DI PRODUTTIVITA’

In data 23 maggio 2000 sono convenuti presso la Confederazione Generale Italiana

del Commercio del Turismo e dei Servizi in Roma:

-per la MAIA S.p.A. i Sigg. Pagliaroli, Ciarla, assistiti dai Sigg. Zabbatino e Fiorenzoni della Confcommercio;
-per la. FILCAMS-CGIL il Sig. Conti e il Sig. Paulon
-per la FISASCAT-CISL il Sig. Marchetti;
-per la UILTuCS-UIL il Sig. Scardaone
unitamente alle strutture territoriali ed i delegati facenti parte della rappresentanza delle RSU MAIA

E’ stato raggiunto il presente accordo:

In coerenza con l’accordo tra le parti sociali del 23 Luglio 1998, le parti hanno convenuto sull’opportunità di istituire un premio di produttività legato ai risultati Aziendali con il metodo in appresso descritto.
Il metodo individuato per il 2000 si intende applicato a titolo sperimentale e quindi valido per il solo anno in corso.
Regolamento per il 2000:
Il parametro preso come riferimento per la determinazione del premio di produttività è il fatturato globale MAIA dell’anno 2000 come risulta dal Bilancio fiscale MAIA. La MAIA fornirà mensilmente l’andamento del fatturato globale, valore valido solo a fini indicativi.
Il premio di produttività verrà erogato a tutti i dipendenti presenti alla data del 31 Dicembre 2000 ad esclusione dei Dirigenti ed il pagamento con la voce Premio di produttività 2000 come determinato in appresso verrà retribuito sul cedolino del mese di Marzo 2001.
Le erogazioni avranno il seguente valore determinato in base al fatturato globale

MAIA 2000:

Fatturato

superiore
a mld
340
fino a
345
lire
250.000
lorde
345
350
300.000
350
355
400.000
355
360
550.000
360
365
900.000
365
370
1.000.000
370
375
1.100.000
oltre
375
1.200.000

Per i funzionari commerciali e gli assistenti dopo vendita, il premio verrà corrisposto al raggiungimento dell’obiettivo di fatturato superiore a 350 mld.
Per i Part-time i valori determinati saranno riproporzionati in base alla effettiva prestazione oraria. Per i lavoratori assunti successivamente il I Gennaio 2000 il premio annuale verrà corrisposto proporzionalmente ai mesi di anzianità nell’anno calcolati come previsto dal CCNL.

Quanto concordato è parte integrante del C.I.A. che quanto prima verrà proposto dalle OO.SS.
Le parti convengono che il premio di produttività rientra nella fattispecie prevista dall’art. 2 Legge 23/5/97 N.135 ai sensi del quale le erogazioni derivanti dai contratti collettivi aziendali di Il livello godono di particolari benefici contributivi.
Si conviene altresì che gli importi di cui sopra non saranno utili agli effetti del computo del trattamento di fine rapporto.
Inoltre i suddetti importi non incidono su alcun altro istituto contrattuale o di legge, in quanto le parti si danno atto di aver tenuto presente nella determinazione degli stessi di siffatta incidenza.

Letto, confermato e sottoscritto

IPOTESI Dl ACCORDO
NASTRI ORARI BANCO RICAMBI E MAGAZZINO
      L’azienda, al fine di migliorare il servizio alla clientela, nell’ottica di una maggiore disponibilità della distribuzione ricambi, anticipando eventuali azioni della concorrenza, manifesta l’esigenza di attuare dall’1.6.2000 un ampliamento del nastro orario del banco ricambi e magazzini comune a tutte le filiali – attraverso l’utilizzo da parte del personale preposto di orari di lavoro sfalsati e sovrapposti secondo la seguente tabella:
      ORARI Dl LAVORO BANCO RICAMBI E MAGAZZINI

      7.30 12.00 / 13.30 17.00
      8.00 12.00 / 13.00 17.00
      8.00 12.00 / 13.30 17.30
      8.30 13.00 / 14.00 17.30
      8.30 13.00 / 14.30 18.00
      9.00 13.00 / 14.30 18.30
      9.00 13.00 / 15.00 19.00

      Gli orari di cui sopra sono validi dal lunedì al giovedì, mentre per la giornata del venerdì l’orario di uscita sarà anticipato di un’ora.

      Al personale dei reparti sopra indicati, che effettuerà prestazioni lavorative dalle ore 18.00 alle ore 19.00 ovvero dalle 18.00 alle 18.30, verrà riconosciuta per tale ora/mezz’ora di prestazione ordinaria già ricompresa nella retribuzione mensile, la sola maggiorazione del 70% della paga oraria calcolata così come previsto dal vigente CCNL Terziario.
      Il personale coinvolto, appartenente a tutte le filiali, risulterà composto da:
      A.V.B., magazzinieri, e A.D.V. per complessive 40 unità circa, oltre i magazzinieri di sede.
      Le OO.SS. Nazionali prendono atto ditale esigenza dichiarando che la stessa è compatibile rispetto alle tendenze di mercato con particolare riferimento alle attività organizzative concorrenziali delle aziende del settore.
      A livello territoriale si conviene che le parti si confronteranno per dare pratica attuazione al nuovo nastro orario, verificandone eventuali ricadute.
      Il presente orario rappresenta un modello di massima, lo stesso ha natura sperimentale con verifica semestrale ed avrà valenza transitoria, in attesa della sottoscrizione del contratto integrativo aziendale.
      Le parti si danno atto che la sottoscrizione dei seguenti accordi in materia di premio di produttività e di nastri orari non esaurisce i contenuti della piattaforma presentata dalle OO.SS., per la stipula del contratto integrativo aziendale MAIA, per la cui negoziazione e sottoscrizione le parti si impegnano a proseguire un confronto serrato secondo un calendario che sarà comunicato alle rispettive Segreterie Nazionali delle OO.SS.