Maia Due, comunicato sindacale 28/03/2008

COMUNICATO SINDACALE UNITARIO

MAIA DUE S.p.A

A seguito dell’incontro tenutosi presso la sede della MAIA di Roma giorno 19.3.2008, a suo tempo programmato per effettuare la verifica dei presupposti di cessione della MAIA DUE SPA ( ART. 47 L.428 del 29.12.90 ); le scriventi Segreterie Nazionali esprimono tutto il loro disappunto e la forte delusione in merito all’esito della Due Diligence effettuata da una Società di fiducia del Gruppo Tesa.
La valutazione non positiva della Due Diligence fatta da TESA S.p.A. di fatto impedisce il realizzarsi dell’acquisizione del ramo d’azienda di MAIA DUE S.p.A, da parte di una Newco che doveva essere all’uopo costituita e di cui TESA ne possedeva l’intero capitale sociale; così come da verbale di accordo sottoscritto in data 27 Novembre 2007 presso la stessa Confcommercio di Roma.
Come OOSS, avevamo condiviso quel percorso che se realizzato, non avrebbe comportato modifiche, sia dal punto di vista giuridico che economico e sociale. nei confronti del personale in forza a MAIA DUE S.p.A Inoltre non era stata ininfluente nella Nostra valutazione la posizione in merito, assunta dalla stessa CATERPILLAR che in più occasioni ha espresso ai vertici Aziendali MAIA il desiderio di avere un DEALER unico e a Tutti i lavoratori-dipendenti MAIA DUE S.p.A. il suo sostegno ed il suo appoggio anche a difesa del mercato del centro-sud.
Le OOSS chiedono a CATERPILLAR una fattivo sostegno in questa fase difficile che la MAIA DUE SPA sta attraversando anche nel rispetto degli oltre 55 anni di dealership che la MAIA ha sempre onorato insieme ai propri “ uomini “ con risultati più che soddisfacenti per il marchio CATERPILLAR. Oggi, alla luce di quanto comunicatoci dai vertici Aziendali della MAIA DUE S.p.A. si rende indispensabile una decisa ed incisiva azione della Proprietà ed in primo luogo del suo Presidente dott. Trombetta che deve mettere in campo i mezzi per far superare alla Società ed a tutto il suo personale questa delicata fase .
A nostro avviso non deve essere tralasciato nessun tentativo per ripristinare un dialogo costruttivo con i vertici aziendali di TESA SPA, senza sottacere l’eccessiva svalutazione; soprattutto nell’ambito dei crediti, fatta dalla Società preposta alla DUE DILIGENCE, e più complessivamente rispetto al valore reale della MAIA DUE spa, sia in termini di potenzialità di mercato che di sviluppo e di ulteriore crescita che il marchio MAIA garantisce nel territorio dove opera e ribadendo le notevoli capacità tecniche e professionali dell’organico presente in azienda.
Come OOSS Nazionali, insieme a tutti i lavoratori dipendenti della MAIADUE SPA
esprimiamo tutta la nostra preoccupazione per le prospettive aziendali e occupazionali che si prospettano nell’immediato futuro sollecitando con fermezza la proprietà tutta, il management della MAIA e la stessa CATERPILLAR a mettere in campo tutte iniziative necessarie per garantire il rilancio dell’azienda e la stabilità dei posti di lavoro esistenti. Qualora non dovessimo registrare alcun segnale positivo, fin dalla data del prossimo incontro, (già programmato per la prima metà del prossimo mese di Aprile ); le Segreterie Nazionali, in aggiunta allo stato di agitazione già in atto, attiveranno tutte le azioni di lotta opportune e necessarie a difesa dei posti di lavoro esistenti .

Roma 28.3.2008

Segreterie Nazionali

FILCAMS-CGIL FISASCAT-CISL UILTUCS