Macerata. La Vigilanza privata in agitazione

22/11/2002







Macerata 22 novembre 2002


La Vigilanza privata in agitazione



              MACERATA — La Filcams-Cgil, la Fisacat-Cisl e la Uiltucs-Uil hanno dichiarato lo stato di agitazione della Vigilanza privata con il blocco degli straordinari. Ciò per il mancato rinnovo, a due anni dalla scadenza, del contratto integrativo provinciale. Le richieste dei lavoratori sono rivolte a due questioni fondamentali: il disagio delle turnazioni, che andrebbe risolto riconoscendo un buono pasto come avviene ad Ancona e Ascoli, e il salario variabile con l’aumento e la ridefinizione del meccanismo di calcolo ad oggi incentrato sulla presenza. Le altre richieste riguardano una seria valutazione del problema malattia, l’organizzazione del lavoro, la rotazione, l’inquadramento. «Gli Istituti di vigilanza non danno risposta a questi problemi e attendono le trattative per i contratti integrativi delle province vicine che vivono anch’esse fasi di ristagno o di rottura. A dicembre potrebbero iniziare gli scioperi