“L’Unione e il lavoro” Schede

13/02/2006
    luned� 13 febbraio 2006

    Pagina 12 -Dossier

    L’Unione e il lavoro

      Guerra alla precariet�
      e meno tasse sugli stipendi
      Saranno gli autonomi a pagare pi� contributi

        ROBERTO MANIA

          cosa si vuole abolire
          cosa si vuole fare
          contratto a chiamata
          Il contratto di lavoro a chiamata o
          intermittente (job on call, nella versione inglese) � stata una vera novit� per l’Italia. Prevede che il lavoratore si metta a disposizione
          del datore di lavoro per svolgere una
          prestazione a carattere discontinuo.
          � stabilita, ma non in tutti i casi,
          un’indennit� di disponibilit�.
          Vi hanno fatto ricorso pochissime imprese

          contratto di inserimento
          Il contratto di inserimento ha
          sostituito i vecchi contratti di
          formazione e lavoro finiti nel mirino della Commissione europea. Serve per inserire o reinserire (si pu� usare anche per chi ha perso il posto) nel mercato del lavoro alcune categorie di persone. � possibile applicarlo in tutti i settori tranne la pubblica
          amministrazione. Previsti sgravi
          contributivi

          staff leasing
          Lo staff leasing � una delle forme del
          contratto interina le: anzich� un singolo lavoratore si affitta uno staff di lavoratori. Come le altre tipologie
          pi� innovative non ha avuto un grande successo: secondo un’indagine della Confindustria nel
          2004 solo il 2,2% delle aziende
          hanno fatto ricorso almeno una volta
          a staff leasing, job sharing (lavoro
          ripartito) o job on call

          lavoro standard
          Nel programma presentato sabato
          scorso l’Unione punta a far s� che la
          “forma normale” di occupazione sia
          quella che passa attraverso il
          contratto di lavoro a tempo
          indeterminato. Attualmente,
          secondo la prima indagine della
          Confindustria sull’attuazione della
          legge Biagi-Maroni, la met� delle
          assunzioni avviene con contratto
          standard

          costo del lavoro
          Per mettere sullo stesso piano le varie tipologie contrattuali, il programma del centrosinistra propone di ridurre
          di 5 punti nel primo anno di legislatura il carico contributivo
          sul lavoro dipendente e di alzare
          gradualmente quello sul lavoro
          autonomo, al quale appartengono, tra
          gli altri, i contratti di collaborazione
          a progetto (co.co.pro)

          ammortizzatori
          La riforma del mercato del lavoro
          non � stata accompagnata
          dall’estensione degli
          ammortizzatori sociali a tutti i lavoratori. L’obiettivo dell’Unione �
          colmare questa lacuna.
          Attualmente, per esempio, solo il 18% dei disoccupati italiani riceve un sussidio contro il 70-80% degli altri paesi europei