L’ultima di An: congelare l’art.18

15/02/2002

L’ultima di An: congelare l’art.18
Nuova proposta trappola sulla delega. La Uilm per lo sciopero. Si muove anche la Fim
PAOLO ANDRUCCIOLI

I

sindacati provano a riavvicinarsi. Ieri il segretario della Uil, Luigi Angeletti, ha proposto una data per l’incontro con Cofferati e Pezzotta, luned� 18 febbraio. La proposta � formulata con una lettera agli altri due segretari generali. Anche il segretario della Cisl, Savino Pezzotta, lancia messaggi concilianti e invita il governo ad abbandonare la tattica dei "muscoli" perch� il negoziato � comunque una risorsa".
Intanto cresce ogni giorno di pi� la discussione sullo sciopero generale. La Uil � molto attiva e ieri, oltre alla lettera di Angeletti, si � registrata la dichiarazione del segretario della Uilm, Regazzi che ha parlato esplicitamente di sciopero generale. Molto vivace il dibattito interno anche nella Fim. Il segretario generale Giorgio Caprioli parla della necessit� di allargare il consenso e critica il governo perch� si � scelto il pessimo suggeritore della Confindustria. Sempre dalla Fim arriva la presa di posisione della Lombardia, dell’Emilia e del Veneto che non escludono lo sciopero.
Intanto la Cgil ha convocato per gioved� 21 febbraio la riunione del suo direttivo nazionale, mentre il segretario della Uil ha fatto anche sapere che per il 26 febbraio ci potrebbe essere una nuova convocazione dei sindacati da parte del ministro Maroni. Si registra poi l’ennesimo slittamento dell’avvio della discussione della delega lavoro in commisione al senato. Il nuovo appuntamento � per marted�. Il motivo di tutti questi rinvii bisogna andarlo a cercare sul piano della copertura finanziaria. Ieri si � saputo che la commissione bilancio del senato starebbe lavorando a una nuova ipotesi di copertura per le leggi delega. Il problema � venuto fuori dopo la presentazione degli emendamenti alla delega sul mercato del lavoro. In particolare 10 emendamenti pongono il problema. Cos� il presidente della quinta commissione, Antonio Azzollini, � stato costretto a trovare nuove soluzioni legandole alla legge finanziaria.
In attesa che si avvii il dibattito, continuano a spuntare ipotesi di "mediazione". L’ultima � stata avanzata ieri dal relatore di An, Tofani, che ha proposto di congelare la questione dell’articolo 18 per poter riaprire il dialogo con le parti. Un’ipotesi che sembra pensata solo per fare un po’ di fumo ulteriore. E infatti l’idea di Tofani � stata bollata come una vera "presa in giro" dal capogruppo del Sole che ride in commissione lavoro, Natale Ripamonti. "Che senso avrebbe – dice il parlamentare verde – un avviso comune su una materia sulla quale i sindacati si sono dichiarati indisponibili a discutere?". La proposta conferma comunque il grande attivismo di An.