LUCCA, UN TENTATIVO DI RAPINA FINISCE IN TRAGEDIA

05/10/2010

5 ottobre 2010

Lucca, un tentativo di rapina finisce in tragedia

Durante il tentativo di un furto ai danni di un ufficio Postale di Lucca, una guardia giurata coinvolta in una sparatoria, ha ucciso un rapinatore: il vigilante ha reagito all’assalto di una banda di rapinatori.
"Ancora una volta la sicurezza, viene messa in discussione dalle aziende e dalla Questura” hanno affermato le Organizzazioni sindacali Territoriali “sono ormai mesi che si è aperta una diatriba con gli istituti di vigilanza per la sicurezza di questi operatori; vengono continuamente inviate in servizio pattuglie composte da una sola guardia e queste sono le spiacevoli conseguenze”.
“Riteniamo” proseguono la Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil provinciali “che le Autorità locali si debbano impegnare a trovare soluzioni per continuare a garantire la sicurezza a questi operatori sotto pagati, che rischiano ogni giorno la loro vita effettuando servizi pericolosi come il trasporto di denaro agli istituti di credito e poste.”
Questi servizi, tra l’altro, precedentemente erano affidati alla polizia di Stato che scortava furgoni blindati con pattuglie composte da tre uomini; oggi, lo stesso lavoro viene svolto da una sola guardia giurata e con automobile non blindata.
“Esprimendo solidarietà alla guardia giurata” dicono i sindacati “dobbiamo riuscire a trovare le giuste soluzioni aprendo tavoli concertativi con i titolari degli istituti di vigilanza e con il Questore, che ci portino ad individuare soluzioni valide e definitive per non abusare dei profitti economici a scapito della sicurezza dei lavoratori”.