Lottomatica preda ambita: grande corsa a comprarla

26/11/2001

 



AFFARI&FINANZA


MULTIMEDIA
lunedi 26 Novembre 2001
pag. 20 Lottomatica preda ambita
grande corsa a comprarla

di MARCELLA GABBIANO


Il suo dossier è sui tavoli di molti protagonisti del mondo industriale e finanziario nostrano e di numerosi operatori di private equity. Anche perché Lottomatica, in questo momento, è una delle società più interessanti del mercato. E da quando Marco Tronchetti Provera ha detto che vuole cederla, si è formata la fila di pretendenti. La posta in gioco è decisamente alta: la società romana è leader in Italia nel settore dei giochi e delle lotterie, attiva nei servizi automatizzati e gestisce il gioco del Lotto per conto dello Stato. Nei primi nove mesi di quest’anno ha portato a casa un utile consolidato di 104 miliardi, rispetto ai 93 del bilancio 2000 e le prospettive future sono ancora migliori. Insomma, come usano dire gli analisti, è una preda molto sexy.
Ma i tanti nomi che se la contendono non avranno vita facile. Tanto per cominciare, Luigi Abete, che è presidente sia di Lottomatica sia della Bnl, a scanso di equivoci e fraintendimenti ha spiegato: «Lottomatica ha due soci importanti e paritetici, che sono il gruppo OlivettiTelecom e la Bnl. E abbiamo anche un patto di sindacato alle spalle che prevede l’impegno alla stabilità. Dunque, se qualche azionista vuole modificare tale equilibrio, lo potrà fare solo con il consenso di tutti».
Chiarito questo, sono comunque in tanti a voler conquistare la sexy Lottomatica. Primo fra tutti lo stesso Abete, che sembra intenzionato a lavorare di squadra con Vittorio Merloni (anche lui già azionista di Lottomatica attraverso la MP&S Gaming).
Poi c’è Marco Drago, presidente di De Agostini, che ha bisogno di investire i circa tremila miliardi incassati a suo tempo dalla cessione delle Pagine Gialle, che vede nell’acquisizione della società "ludica" uno dei modi migliori per sviluppare e diversificare il business del suo gruppo editorialmultimediale.h
Ma l’elenco si sta allungando. E’ di questi giorni la voce di piazza Affari che anche gli inglesi di Pc Partners sono seriamente interessati a portarsi a casa una partecipazione consistente, o forse anche il controllo totale di Lottomatica, visto che sono già attivi all’estero con società simili e hanno dimestichezza con il business. In più Bc Partners in Italia è guidata da Francesco Loredan , manager che fino a oggi non ha sbagliato un colpo, mettendo a segno acquisizioni che si sono rivelate molto redditizie.

marcella.gabbiano@ItaliaInvest.it