Longoni sport apre altri cinque maxinegozi

29/03/2001

Il Sole 24 ORE.com

Giovedì 29 Marzo 2001


    Longoni sport punta a Sud e apre altri cinque maxinegozi
    MILANO. Longoni sport accelera sulle nuove aperture. La catena di negozi di articoli sportivi guidata da Sergio Longoni (la quota di controllo fa capo alla finanziaria inglese Bridgepoint capital, dopo la scalata della Bank of Scotland al gruppo finanziario Natwest) ha messo in cantiere una raffica di nuove aperture di negozi entro il 2002 per un investimento stimato nell’ordine di 40 miliardi di lire. Questo programma mira all’estensione della rete di vendita e al conseguimento dell’obiettivo di fatturato 2001 che ha come target quota 280 miliardi di lire. Nel 2000 il giro d’affari della Longoni sport è stato di poco superiore ai 240 miliardi di lire. Il programma di sviluppo ha previsto anche l’acquisizione di realtà commerciali, come nel caso di alcuni punti vendita della Bruzzone sport, che ha appunto consentito a Longoni di rafforzare il raggio d’azione in Piemonte e in Abruzzo.
    Longoni Sport inizia dunque il primo semestre del nuovo anno finanziario (1° marzo 2001-28 febbraio 2002) con 5 nuove aperture di negozi di articoli sportivi. Le località sono: Vercelli (2.500 metri quadrati), Montebello della Battaglia (Pavia, 2.100 mq), Cogoletto (Genova, 2mila mq), Alba Adriatica (Teramo, 3mila mq) e Mantova (2mila mq).
    La catena commerciale, che ha mosso i primi passi in Brianza (a Barzanò), nei primi anni 70, ha poi sviluppato intensi rapporti con imprese specializzate nel settorr sportico per la produzione di articoli con il proprio marchio sia in Italia che nel Far East. Longoni ha concentrato le attività nel business degli sci, delle biciclette da passeggio e agonistiche, e nel vasto campo degli articoli di abbigliamento tecnico.
    In vista, c’è lo sbarco in Borsa entro il 2003, in base agli obiettivi indicati peraltro d’intesa con il partner britannico.
    V. Ch.
 

…………………………………..