Limoni, Accordo mobilità 22/11/2005

VERBALE DI ACCORDO

In data , 22 novembre 2005 presso l’Hotel Starhotel in Bologna

si sono incontrati:

Ivano Piran per Limoni Spa con sede in Bentivoglio, BO via Romagnoli, 16

e

Ramona Campari per la Filcams-CGIL Nazionale;

Mario Piovesan per la Fisascat-CISL Nazionale;

Gianni Rodilosso per la Uiltucs-UIL Nazionale;

Presente una delegazione sindacale territoriale;

per esperire l’esame congiunto, ai sensi della Legge 223/91, art 4, comma 5;

PREMESSO
    • Che con lettera datata 06 ottobre 2005, inviata alle Organizzazioni Sindacali competenti territorialmente, alle RSA di sede ed agli Enti competenti, in base alla normativa vigente, la ditta comunicava avvio di procedura di mobilità per n° 25 dipendenti della Società occupati in n° 18 filiali, distribuite in tutto il territorio nazionale.
    • Che in data 13 ottobre 2005, le Organizzazioni Sindacali Nazionali, anche a nome delle strutture territoriali interessate, a mezzo fax indirizzato a Limoni Spa chiedevano l’esame congiunto ai sensi del comma 5, art.4 Legge 223/91 ;
    • Che in data 24 ottobre 2005 in Bologna si è svolto l’esame congiunto nel corso del quale l’azienda ha dettagliatamente illustrato tutti gli aspetti che stanno alla base del provvedimento e risposto alle richieste di approfondimento avanzate dalla parte Sindacale;
    • In particolare Limoni Spa ha evidenziato che, per motivi di carattere commerciale e/o per fine locazione deve procedere alla chiusura di n° 9 filiali in aree diverse del territorio nazionale e procedere ad una riduzione degli organici in altre 9 filiali;
    • Che le Organizzazioni Sindacali hanno chiesto alla società di ricercare per quanto possibile, soluzioni occupazionali alternative per il personale in esubero delle filiali per le quali è prevista la chiusura;
    • Che le Organizzazioni Sindacali hanno chiesto di privilegiare il criterio del consenso individuale alla procedura nelle filiali che non saranno dismesse;
    • Che il confronto è proseguito in data odierna, con il comune intento di ricercare soluzioni alle problematiche poste che riducano per quanto possibile l’impatto sociale ed i problemi individuali del personale che sarà coinvolto nel provvedimento di mobilità;
TUTTO CIO’ PREMESSO SI CONVIENE CHE:
    a.Le premesse formano parte integrante del presente verbale di accordo;

    b.Limoni Spa potrà procedere, a norma della Legge 223/91, alla messa in mobilità per un numero massimo di lavoratori pari a 25 unità nelle filiali individuate con la lettera di apertura della procedura di mobilità;

    c.Anche alla luce del programma di aperture di nuovi PDV e della possibilità di posticipare/evitare la dismissione delle filiali di Modena e Alessandria, la data di chiusura della procedura, inizialmente prevista per il 31 marzo 2006, viene concordemente spostata al 31 agosto 2006 per consentire, maggior tempo a disposizione per ricercare soluzioni occupazionali, alternative alla mobilità, in altre filiali esistenti nel territorio, compatibilmente con le esigenze tecnico-produttive;

    d.I dipendenti interessati alla presente procedura potranno appartenere a tutti i livelli professionali e potranno essere con contratto a Tempo Pieno o a Tempo Parziale.

    e.Limoni Spa comunica che, esclusivamente per il personale in esubero nelle filiali per le quali non è prevista la chiusura, intende adottare il criterio del consenso dei singoli dipendenti alla mobilità, criterio sostitutivo a quelli previsti dalla vigente legislazione in materia. Quanto previsto al comma precedente non ha valore nei confronti dei dipendenti delle filiali che l’azienda dismetterà , troveranno invece applicazione i criteri previsti dalla vigente legislazione in materia di licenziamenti collettivi e mobilità.

    f.L’azienda riconoscerà a tutti i dipendenti che saranno coinvolti nel processo di mobilità, e che sottoscriveranno apposito Verbale di Conciliazione Individuale, un importo non inferiore a 1600 euro lorde per ogni anno di mobilità prevista, aggiuntivo alle spettanze di fine rapporto; L’importo di cui sopra si intende riproporzionato per i contratti Tempo Parziale e per frazione d’anno di mobilità;

    g.L’azienda si impegna ad adempiere tempestivamente a tutte le obbligazioni per consentire ai lavoratori interessati alla mobilità di goderne i benefici economici e normativi previsti dalla vigente legislazione in materia;

    i) Le parti si incontreranno comunque entro il mese di settembre 2006 per esaminare l’esito della procedura, i suoi effetti occupazionali complessivi, lo stadio di attuazione del piano di ristrutturazione aziendale e la situazione economica e commerciale dell’azienda.

Con la sottoscrizione del presente verbale, che le Organizzazioni Sindacali Nazionali sottoscrivono anche a nome e per conto delle Organizzazioni Sindacali Territoriali interessate, le Parti dichiarano di ritenere esaurita, con esito positivo, la fase di esame congiunto di cui al comma 5, art.4 Legge 223/91.

Letto, confermato e sottoscritto.

Filcams – CGIL Nazionale Limoni Spa

Fisascat – CISL Nazionale

Uiltucs – UIL Nazionale