LIMONI: A BOLOGNA CHIESTA MOBILITÀ PER 90 DIPENDENTI. LO SCIOPERO

28/06/2013

28 giugno 2013

Limoni: a Bologna chiesta mobilità per 90 dipendenti. Lo sciopero

A nulla è valso il tentativo delle organizzazioni sindacali territoriali di mitigare le procedure di mobilità, le profumerie Limoni hanno confermato 90 esuberi e quasi 40 trasferimenti del centro direzionale a Bentivoglio.
La rabbia dei lavoratori si trasforma in sciopero, ed oggi, incroceranno le braccia dalle 7.30 alle 10 con un presidio davanti allo stabilimento.
Preoccupa l’indisponibilità dell’azienda, che ha rifiutato le proposte sindacali avanzate per cercare di salvaguardare i lavoratori e avviare un percorso di tutela occupazionale: “Si perde un`azienda storica – spiega Ignazio Reina della Filcams Cgil – con impiegati assunti da 30 anni. Sulle strategie aziendali non possiamo fare nulla, ma chiediamo di utilizzare lo strumento della cassa integrazione.”