Lidl Italia – esito incontro 8/05/2013

Roma, 9 maggio 2013

Oggetto: Lidl – esito incontro 8 maggio

si è tenuto, in data 08 maggio, il programmato incontro con Lidl Italia.

Oggetto dell’incontro è stato, prioritariamente, lo stato delle relazioni sindacali.
Sul livello territoriale il rapporto con la dirigenza aziendale è difficilissimo, se non addirittura assente, per precisa scelta dell’azienda che rifugge dal confronto. Ma anche là dove il confronto viene praticato, difficilmente produce qualche risultato. Ciò comporta, inevitabilmente, che l’applicazione del Cia venga in buona parte disattesa.

Proliferano così moltissime problematiche che l’azienda gestisce unilateralmente e quasi sempre in modo discutibile. A dire dell’azienda ciò è motivato dalla preoccupazione che diversamente si abbia un proliferare ed una polverizzazione di accordi diversi. Abbiamo sottolineato, inoltre, come anche sul piano nazionale vi sia la necessità di un cambio di passo nelle relazioni sindacali. Infatti, anche qui, il confronto è diventato complesso per gli atteggiamenti dilatori dell’azienda. non a caso l’incontro di ieri si è tenuto dopo ben dieci mesi e dopo innumerevoli tentativi di individuare una data che più volte l’azienda ha confermato troppo tardi.

Su questi temi l’azienda ha dichiarato la disponibilità a proseguire il rapporto con le OO.SS riconfermando la validità del Cia.

Lidl Italia, ha poi proposto un tema di discussione a cui aveva già fatto accenno nelle scorse occasioni, ma che sembra aver assunto una importanza più pressante. L’azienda intenderebbe introdurre, condividendolo con noi, e per il momento in via sperimentale solo su alcune filiali, un sistema di flessibilità, di cui ancora non ci ha fornito dettagli. Pur dando la nostra disponibilità a proseguire il confronto sul tema, con le dovute cautele ed attenzioni, abbiamo sottolineato che ci sono altri temi di nostro interesse che dovranno trovare risposte condivise. Per proseguire il confronto in modo proficuo, abbiamo già concordato due nuovi incontri per il giorno 17 giugno a Verona (luogo da precisare) e 8 luglio a Bologna (luogo da precisare).

Al termine dell’incontro abbiamo fatto una breve discussione con la delegazione presente al fine di condividere il percorso emerso dall’incontro. Come è noto ormai da tempo, dagli interventi è emersa la grande difficoltà di rapporto sia con l’azienda, che con i responsabili ai vari livelli, il cui atteggiamento continua ad avere aspetti pressanti e spesso molto gravi. Tuttavia, è evidente che i rapporti con Lidl Italia sono molto fragili anche per la nostra scarsa presenza. E’ perciò che si è convenuto sulla necessità di perseguire la strada del confronto e della possibile condivisione. Per altro, pur con le difficoltà fin qui dette, l’azienda ha riconfermato la validità del Cia, dato che, sul piano politico e per quanto sta accadendo in tutta la GDO, è da ritenersi molto importante e positivo.

Il confronto che proseguirà nei prossimi mesi, richiede l’attenzione di tutti. Si raccomanda perciò la partecipazione delle RSA/RSU e delle strutture, in numero più significativo di quanto fin qui avvenuto.


p. la Filcams Cgil Nazionale
Sabina Bigazzi