Lidl, esito incontro 01/07/2011

Roma, 8 luglio 2011


In occasione del programmato incontro con Lidl Italia abbiamo sottoscritto in via definitiva il protocollo sugli RLS, che trovate in allegato. Si prevedono 34 RLS per tutto il territorio nazionale, suddivisi per direzioni regionali secondo la tabella prevista dall’accordo. Il primo anno le ore di permesso saranno in numero tale da consentire, a ciascun RLS, la visita di tutte le filiali di sua competenza, accompagnato da un responsabile aziendale. Per gli anni successivi le ore di permesso saranno 40 per RLS.
La commissione tecnica, istituita dal CIA, diventa definitiva. Sarà il coordinamento delle RSU/RSA a stabilire chi ne farà parte per conto della Filcams.
In allegato troverete anche un verbale di aggiornamento sullo stress da lavoro, il verbale per la video sorveglianza, che già avevamo inviato, ed i verbali per la tassazione agevolata per i dipendenti di LIdl Italia e di Lidl Italia Immobiliare. Con la sottoscrizione di tutte le intese, abbiamo dato seguito ad alcune parti del CIA, risultato importante. Dovremo confrontarci con Fisascat e Uiltucs, per definire il numero degli RLS per ciascuna O.S.
Nel corso dell’incontro abbiamo posto con insistenza un altro argomento per noi di grande importanza. È, infatti, molto difficile dare piena attuazione al CIA per quanto riguarda tutta la parte del’organizzazione del lavoro (domeniche comprese), temi demandati ovviamente al livello di punto vendita e/o territoriale, data la mancanza di una struttura aziendale adeguata.
L’azienda si era già dotata di una figura definita “mediatore sociale” che, in realtà, sembrava essere una sorta di “sindacato aziendale”. Tale struttura è stata potenziata, fino ad avere referenti in tutte le direzioni regionali, che, sembra, abbiano il compito di tenere le relazioni sindacali a livello territoriale.
Abbiamo già fissato un altro incontro per il giorno 29 luglio, alle ore 10.30 in Verona.
In quella occasione ci verranno fornite tutte le informazioni, ivi compresi i nomi ed i riferimenti dei “mediatori sociali” responsabili per regione. Si tratterà di verificare se questi nuovi referenti hanno il mandato, da parte della direzione aziendale, di trattare e di sottoscrivere accordi su un tema delicato ed importante come l’organizzazione del lavoro.
Riteniamo che l’incontro del 29 luglio sia molto importante e perciò raccomandiamo la partecipazione delle strutture e delle RSU/RSA.
Con l’occasione, vi ricordo che il giorno 12 luglio, a Bologna, si terrà la riunione del Coordinamento Nazionale, che è molto importante, in quanto propedeutico all’incontro.

p. la FILCAMS Cgil Nazionale
Sabina Bigazzi