Licenziamento pretestuoso in LIDL

Ancora una volta la Lidl ha messo in atto una campagna aggressiva di repressione nei confronti dei lavoratori. E’ stato licenziato il capofiliale del negozio Chieri (Torino), costruendo una falsa accusa nei suoi confronti. Viene accusato di aver spinto un lavoratrice ad acquistare dei prodotti

Link Correlati
     Licenziamento pretestuoso in LIDL