LICENZIAMENTI AL POLICLINICO DI MODENA – 70 POSTI A RISCHIO

27/11/2009

27 novembre 2009

Licenziamenti al Policlinico di Modena – 70 posti a rischio

I Sindacati del commercio e servizi Filcams/CGIL, Fisascat/CISL e Uiltucs/UIL hanno ricevuto nelle scorse settimane dalla Dussmann Spa una procedura di licenziamento collettivo per tutti gli addetti dell’appalto dei servizi di ristorazione del Policlinico di Modena.
Si tratta di 59 lavoratori e lavoratrici, cui vanno aggiunti ulteriori 10/12 unità impegnate in un subappalto. Si tratta di un atto illegittimo ed inaccettabile, che da subito i Sindacati hanno con forza contestato. La prossimità del cambio d’appalto, col possibile subentro di un diverso soggetto, non può in nessuna forma configurare il licenziamento dei lavoratori, che debbono passare alle dipendenze del soggetto subentrante come previsto dalla normativa, dai testi contrattuali e dal bando d’appalto prodotto dal Policlinico di Modena. Dopo un primo inconcludente incontro con Dussmann, che confermava la legittimità dei propri atti, le Organizzazioni Sindacali hanno indetto lo stato di agitazione, con la proclamazione di 40 ore di sciopero da tenersi entro la fine di dicembre. Filcams, Fisascat e Uiltucs hanno chiesto
altresì all’Ente Policlinico di farsi parte attiva per ottenere il sollecito ritiro dell’atto. Con una nota del Direttore Generale, l’Ente confermava l’insussistenza di ragioni per procedere a licenziamenti nella fase di cambio d’appalto.
Contemporaneamente i Sindacati hanno chiesto all’Assessore Provinciale al Lavoro di convocare le parti, alla presenza del Policlinico. Tale incontro è previsto per il 10 dicembre.
Filcams, Fisascat e Uiltucs chiedono che ancor prima di quella data venga ritirato un atto scorretto e dannoso per tutti. A sostegno della propria iniziativa definiscono le prime due iniziative di lotta, proclamando lo sciopero dei lavoratori della ristorazione del Policlinico per i giorni 11 e 14 dicembre.