Librerie.coop, Verbale incontro 01/03/2012

VERBALE DI INCONTRO

In data 1 marzo 2012, la RSA, le Segreterie Nazionali Filcams CGIL, Fisascat CISL, Uiltucs Uil e Librerie.coop si sono incontrate presso la Sede di ACCDA ( Bologna ) allo scopo di proseguire nel confronto finalizzato all’esame congiunto per la richiesta della cassa integrazione straordinaria e in deroga a fronte della grave crisi del settore e globale che vede una contrazione della vendite del libro.

Su richiesta delle OO.SS la società ha ulteriormente precisato il piano relativo alle tempistiche delle nuove aperture e rilocalizzazioni specificando quanto segue:

punto vendita di Genova Carasco: termine dell’attività alla fine del mese di ottobre e riapertura nel centro commerciale di Aquilone (Genova) nel mese di novembre dell’anno corrente;

punto vendita di Genova Sestri: termine dell’attività commerciale Balla fine del mese di ottobre e riapertura nel centro commerciale il Gabbiano (Savona) nel mese di novembre dell’anno corrente;

apertura del nuovo punto vendita di Roma con Eataly entro il primo semestre dell’anno corrente;

per il punto vendita di Bologna Minganti si valuteranno adeguate opportunità di rilocalizzazione da effettuarsi non prima dell’inizio dell’anno 2013.

Librerie.coop s’impegna a riconoscere ai lavoratori interessati dalla CIGS e dalla cassa integrazione guadagni in deroga l’integrale maturazione dei ratei relativi alle mensilità aggiuntive di tredicesima e quattordicesima, nonché degli istituti contrattuali e di legge relativi a ferie, permessi retribuiti, ex festività, anche in caso di prestazione lavorativa effettiva svolta per un periodo inferiore al mese; inoltre, anche nel periodo di ricorso alla CIGS ed alla cassa integrazione in deroga, continuerà ad essere integralmente garantito ai predetti lavoratori il versamento al fondo sanitario integrativo e, se del caso vi aderissero, al fondo di previdenza complementare, del contributo riferito al mese intero.

I periodi di CIGS e di cassa integrazione guadagni in deroga saranno computati ai fini dell’anzianità convenzionale e considerati utili per il riconoscimento degli istituti contrattuali e di legge a questa connessi e/o da essa derivanti.

Librerie.coop riconoscerà a tutti i lavoratori interessati dalla CIGS l’anticipazione dell’integrazione salariale nel periodo di paga corrispondente a quello di competenza dell’avvenuta collocazione in sospensione.

Ai soli lavoratori con contratto di apprendistato ed a tempo determinato interessati dalla cassa integrazione guadagni in deroga, su esplicita richiesta individuale resa per iscritto dagli interessati, Librerie.coop, a titolo di anticipazione dell’integrazione salariale loro spettante per i periodi di sospensione, riconoscerà prestiti infruttiferi sino a concorrenza del TFR maturato e comunque per un importo complessivo non superiore all’integrazione spettante per l’intero periodo di ricorso all’ammortizzatore sociale.

Saranno attivati fin da subito incontri territoriali per approfondire i percorsi di rilocalizzazione delle unità produttive di Genova al fine di condividere percorsi non traumatici per le lavoratrici ed i lavoratori interessati.
Su richiesta delle parti, saranno inoltre avviati confronti territoriali di verifica dell’andamento delle unità produttive interessate dall’intervento della cassa integrazione.

Le parti hanno convenuto sull’opportunità di recepire quanto sopra condiviso nell’ambito di un accordo a latere da siglare successivamente alla firma dell’accordo per la richiesta dell’attivazione della cassa integrazione al Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale.

RSA OO.SSlibrerie.coop

1 marzo 2012 Bologna