“Lettere” da Corriere Lavoro

15/02/2002






    Carriere&Lavoro/job news

      UNA SPERANZA DURATA POCHI GIORNI

      Scrivo per preavvisare chi pu� trovarsi nelle mie stesse condizioni. Sono stato assunto il 3 dicembre 2001 da un grande e noto supermercato, in pieno clima natalizio, con contratto di formazione di due anni, 45 giorni di prova; sono stato licenziato il 7 gennaio 2002 a feste finite, dopo aver ricevuto elogi e complimenti dai superiori e dai colleghi del magazzino a Sesto San Giovanni Milano .
      Come non sentirsi presi in giro, per non dire di peggio? Come non sentirsi numero anzich� persona? Quanti altri si sono trovati nell’illusione di aver ricevuto una seria proposta di lavoro e c’� qualcuno in grado di spiegarmelo?
      Lettera firmata, e.mail







          NON C’ERA GARANZIA DI FARE… BINGO

          Nel mese di ottobre ho partecipato con successo a un corso di bingo organizzato da un noto istituto. Ho speso la bella somma per un disoccupato di oltre 4 milioni e mezzo di lire.
          Su un totale di 23 societ� concessionarie di tale gioco per Milano e provincia, ho ottenuto con le visure camerali diciassette indirizzi: sei societ� non figurano registrate alla Camera di commercio. Delle 17 societ� note, nove non figurano sull’elenco telefonico.
          Ho inviato diciassette curriculum ottenendo due colloqui ma per ora nessuna assunzione. E’ vero che l’istituto organizzatore del corso non garantiva il posto di lavoro, ma mi sembra che la cosa sia ugualmente poco seria.
          Lettera firmata, Milano