“Lettere” Aurum Toscana: Daremo lavoro ai maremmani

05/04/2007
    giovedì 5 aprile 2007

    Pagina 2 – Grosseto

      LETTERA

        Aurum: «Daremo lavoro ai maremmani»

          Per la Corte dei Butteri la nuova proprietà pensa a nove mesi di apertura

            Con riferimento all’articolo pubblicato dal suo illustre giornale in cui vengono evidenziati giusti timori riguardo gli effetti occupazionali derivanti dall’acquisizione dell’ hotel Corte dei Butteri e, allo scopo di tranquillizzare i lavoratori, le forze politiche ed i suoi lettori, gradirei chiarire alcuni aspetti della nostra azienda.

            Negli ultimi dieci anni, con l’avvento delle nuove tecnologie di comunicazione, il mercato turistico ha subito delle profonde trasformazioni. E’ sotto gli occhi di tutti lo sviluppo delle nuove compagnie aeree low cost e di grossi gruppi internazionali (per lo più americani) che hanno attivato siti di prenotazione alberghiera dove si possono acquistare soggiorni in ogni angolo del mondo a tariffe molto competitive, scavalcando tanti passaggi di intermediazione.

            A questo nuovo scenario, si aggiungono gli effetti della globalizzazione, laddove intere nazioni, sfruttando il basso costo del lavoro, stanno investendo nel turismo con l’aumento esponenziale di posti letto che vengono realizzati in località di pregio e venduti a tariffe da brivido.

            Le ricadute in Italia si vedono: i grossi gruppi sono in difficoltà e l’Italia è spesso oggetto di investimenti da parte di società estere che hanno esteso all’Italia il loro “territorio di caccia”.

            In questo contesto nasce nel 1998 l’Aurum Hotels, che ha cercato di intraprendere una strada nuova: la “vendita diretta”.

            Allo scopo di poter offrire un prodotto di qualità in Italia a un prezzo che possa competere sul mercato internazionale, l’Aurum ha sviluppato, senza appoggiarsi ad aziende esterne ma producendo tutto in proprio, nuove tecnologie informatiche di avanguardia con motori di ricerca sofisticati (siamo per esempio collegati con tutti i dati delle compagnie aeree low cost che ci consentono di essere aggiornati in tempo reale con le migliori tariffe sul mercato), ha effettuato grossi investimenti in Italia acquistando alberghi per poi ristrutturarli e porli sul mercato direttamente senza alcuna intermediazione.

            Quest’attività viene svolta, grazie all’abnegazione costante di uno staff di alto livello, giovane (nell’ufficio di Napoli l’età media è di 29 anni), fortemente motivato, ben retribuito, in un ambiente di lavoro invidiabile e di grande armonia.

            Su questo punto vorrei tranquillizzare tutti: l’Aurum, ovunque apre una nuova struttura ricettiva, porta ricchezza e lavoro, dilatando i tempi di apertura (ai Butteri prevediamo dai 7 ai 9 mesi di apertura dal 2008 contro i 5 dello scorso anno), utilizzando tutte risorse locali, limitando al massimo l’ uso di manodopera in trasferta, pubblicizzando l’hotel e quindi, di riflesso, tutta l’area in cui esso è ubicato, sui maggiori media nazionali ed esteri, creando indotto e portando tantissimi clienti di ottimo livello anche in periodi di bassissima stagione come Natale e Capodanno.

            Per quanto riguarda la nota sugli ex dipendenti Parmatour in Cig, a oggi mi risulta saldato il mese di gennaio e febbraio verrà pagato entro Pasqua (faccio notare che l’Aurum si è volontariamente caricata l’onere di anticipare la cassa integrazione agli ex dipendenti Parmatour che altrimenti sarebbe stata a carico dell’Inps). Non sono quindi mesi e mesi di ritardo. Tutti gli altri nostri dipendenti sono stati sempre regolarmente pagati senza mai una settimana di ritardo.

          Fabio Orofino
          Amministratore Aurum Toscana Srl