Leroy Merlin Italia, Bricocenter Italia, esito incontro 21/03/2019

Roma 27/03/2019

Lo scorso 21.03.2019 Filcams, Fisacat e Uiltucs hanno incontrato le aziende in oggetto a seguito della richiesta di incontro del 11.10.2018.

Il ritardo nella convocazione è da ricondursi il cambio dei referenti per le risorse umane, che ad oggi per Leroy Merlin è identificato nel Dott. Fabrizio Leopardi e per Bricocenter nel Dott. Fedrique Cap de Ville.

La riunione fu richiesta a suo tempo per comprendere le ripercussioni che erano state determinate in seguito alle vicende del sito della logistica di Castel San Giovanni ma nel frattempo le richieste di chiarimento sono aumentate, pertanto i temi trattati sono stati i seguenti:

    ·Applicazione art. 8 dell’integrativo in riferimento alla responsabilità dell’azienda di appaltare servizi esclusivamente ad aziende che applicano i CCNL delle OO.SS. firmatarie del Cia

    ·Diritti di informazioni in base al CCNL

    ·Relazioni sindacali in genere comprensive quelle all’interno dei negozi con le RSsa/Rsu

    ·Temi che riguardano Salute e Sicurezza nei luoghi di lavoro, compreso lo stress da lavoro correlato

    ·Richiesta di un premio aggiuntivo a fronte delle criticità sviluppatesi nella logista in seguito alla scelta di appaltare ad aziende senza il rispetto dell’art. 8 del CIA

    ·Evoluzione del progetto di incorporazione di Bricocenter in Leroy Merlin.

Iniziando dal primo punto, Leroy Merlin ha dichiarato che aveva già risolto il rapporto con l’azienda a cui avevano affidato il servizio della logistica, ancora prima degli articoli di giornale che evidenziavano le tante criticità in seguito riscontrate, consegnando il servizio all’azienda UCSA regione per regione, che dichiarano applicare il CCNL di settore siglato dalle OO. SS. di categoria dei trasporti aderenti a CGIL, CISL e UIL e che il servizio è ripreso regolarmente.

Visto i problemi scaturiti nei negozi abbiamo chiesto che ci fosse un risarcimento per le mancate consegne e di conseguenza vendite, ma ci è stato negato ed in plenaria ci hanno consegnato i dati del premio pagati negozio per negozio per il 2018 che alleghiamo. (All.1.2.3.)

Per quanto riguarda i diritti di informazione Leroy Merlin ha dichiarato che i dipendenti sono intorno ai 7000 a contratto a tempo indeterminato, 908 a tempo determinato, di cui 56% uomini e 43% donne. La stabilizzazione dei Tempi determinati è intorno al 10%. In Bricocenter, 1400 dipendenti a tempo indeterminato, di cui 49% uomini e 51% donne, cui si aggiungono 200 tempi determinati al 31 dicembre del 2018. La stabilizzazione dei tempi determinati è intorno al 19%. Chiedendo se vi era utilizzo dello strumento di stage e quante erano le uscite per turn over nell’azienda, abbiamo notato delle anomalie, per questo abbiamo chiesto di incontrarci in un’altra data ravvicinata per avere chiarimenti specifici.

Salute e Sicurezza e Stress da Lavoro correlato sono temi che come Filcams, Fisascat e Uiltucs abbiamo affrontato portando all’attenzione le tante criticità che si verificano quotidianamente nei negozi ed anche in questo caso l’azienda chiede del tempo per verificare le criticità enunciate.

Durante l’incontro abbiamo anche ripreso il tema dell’incorporazione di Bricocenter in Leroy Merlin. Questa è in effetti operativa per la piattaforma acquisti ma le aziende hanno dichiarato che al momento il progetto è sospeso per le altre funzioni aziendali e la rete di vendita anche se negli altri paese europei tale fusione è già avvenuta.

Al fine di ottenere le risposte rimaste in sospeso abbiamo concordato il prossimo incontro per il giorno 30.05.2019ore 11.00 a Roma, il luogo sarà comunicato appena in nostro possesso.

Chiediamo massima presenza.

P.Filcams CGIL Nazionale

Vanessa Caccerini