Leroy Merlin Italia, Bricocenter Italia, esito incontro 30/05/2019

Roma, 03-06-2019

TESTO UNITARIO

Il giorno 30/05/2019 Filcams, Fisascat e Uiltucs hanno incontrato le aziende in oggetto, in merito a quanto rimasto in sospeso nell’incontro del 21.03.2019, Diritti di Informazione, evidenziato nella circolare del 27.03.2019. Leroy Merlin ha consegnato i dati degli organici divisi per orari di lavoro e genere, che alleghiamo, attraverso i quali abbiamo evidenziato alcuni problemi:
La maggioranza della platea è inquadrata al IV livello
Le assunzioni part-time sono destinate maggiormente alle lavoratrici
E nei livelli apicali, il numero delle assunzioni maschili è di gran lunga superiore a quelli femminili

L’azienda si è resa disponibile a mettere a fuoco tale ovvietà sostenendo che svilupperanno un focus sul delta tra le retribuzioni maschili e quelle femminili, in modo da monitorare il fenomeno. L’azienda ha dichiarato che la cifra d’ affari ad Aprile 2019 conta +6%, dato molto positivo, anche se il mese di Maggio ha visto una inflessione al + 3%, causa mal tempo, l’obiettivo per l’intero anno è del 4%. Nei mesi di riduzione strutturale, Novembre e Dicembre, per migliorare il trend metteranno in campo azioni di Black Friday e Festa del Bricolage, come nell’anno precedente. L’e-commerce è in crescita, continuando a mantenere anche per questo canale il passaggio nel punto vendita come prioritario.
Uno dei dati rimasti in sospeso nello scorso incontro fu quello in riferimento al turn over e dichiarandoci che si attesta intorno al 4,8%, Filcams, Fisascat e Uiltucs hanno evidenziato e
chiesto se l’azienda avesse studiato il fenomeno e che risposte si fosse data visto il numero così importante. L’azienda anche in questo caso si è riservata di approfondire il tema all’interno del focus che stanno avviando sul monitoraggio dei Senior nei negozi, sia per quanto riguarda lo spazio che questi rivestiranno prima d’andare in pensione sia per eliminare possibili problemi fisici che per quanto riguarda la salute e sicurezza degli stessi. Proprio su quest’ultimo tema, Salute e Sicurezza, le parti hanno affrontato molte criticità suggerite dai territori che in un primo momento hanno trovato delle discrepanze con quanto riportato dalla responsabile Rossella Ghiosso come struttura centrale: avendo riscontrato la disponibilità e la sensibilità della responsabile nell’affrontare e risolvere le criticità su detta tematica, avendo appreso durante l’incontro che la spesa su detto capitolo prevede anche poste fuori budget, sollecitiamo i territori a mettere a fuoco per ciascun negozio le criticità e richiedere incontri sul tema sia al direttore che al responsabile regionale aziendale di riferimento. Per Quanto riguarda Bricocenter, il primo quadrimestre 2019 rileva un andamento positivo del 7%, con la stessa criticità sopra descritta per maggio 2019 che arriva al 4%. A breve ci invieranno medesimo modulo di Leroy Merlin sugli organici e appena in nostro possesso lo invieremo tempestivamente. L’obiettivo principale, come dichiarato nella scorsa riunione, per Bricocenter è riuscire a chiudere l’anno in pareggio. La ristrutturazione messa in campo sta procedendo positivamente sia sulle diminuzioni stock nei
magazzini sia sulle revisioni di gamma percepite positivamente dai clienti che sui nuovi negozi, come quello di Viareggio, Cremona, Mantova e Padova (a breve anche Fano e Lucca) che sono stati ristrutturati con una nuova idea di servizio al cliente ove i prodotti sono venduti insieme al servizio. Il 13/07/2019 verrà chiuso il negozio di Bologna che conta 11 lavoratori compreso il direttore e il responsabile. L’azienda ha dichiarato che si sta occupando di tale criticità con le OO.SS. territoriali, al fine di salvaguardare i livelli occupazionali informandoci anche che nello stesso centro commerciale stanno interagendo con un operatore commerciale dello stesso settore che sembra disponibile ad assumere 6 unità.
Le trattative sono in corso e vi terremo informati sulle soluzioni che verranno trovate. Le OO.SS. hanno chiesto, di attivare il diritto di prelazione nel caso di nuove/prossime aperture, ai lavoratori interessati dalla chiusura.

p. la Filcams Cgil Nazionale
Vanessa Caccerini