L´Enasarco venderà le case

19/02/2002


DOMENICA, 10 FEBBRAIO 2002
Pagina 30 – Economia
L�Enasarco vender� le case
Per riequilibrare il bilancio
il piano

ROMA – Anche l�Enasarco, l�ente previdenziale dei 300mila agenti di commercio italiani, vuole andare verso il mercato per tentare di riequilibrare l�andamento deficitario dei suoi conti. Una parte dell�ingente patrimonio immobiliare (oltre 17mila appartamenti in tutta Italia) potrebbe essere ceduta, ed il Tfr futuro degli iscritti utilizzato per confluire nella previdenza integrativa, accelerando il passaggio dal sistema a ripartizione a quello a capitalizzazione. L�operazione immobiliare riguarderebbe almeno 7mila case, prevalentemente a Roma.
Stretto nella tenaglia costituita da un costo crescente per le prestazioni previdenziali (ne vengono erogate 100mila all�anno) e da contributi insufficienti a coprire le esigenze, l�Ente � vicino ad una svolta. Spiega Donato Porreca, nuovo presidente della Fondazione Enasarco e dirigente Confcommercio. �E� assolutamente necessario intervenire per contrastare il trend declinante dei nostri conti previdenziali, che indica nel bilancio di previsione 2002 uno squilibrio di 130 miliardi. L�Enasarco � complementare all�Inps per l�erogazione delle pensioni, ma se non ci si attiva in tempo tra 8 anni il nostro sistema far� flop, e ci troveremo ad un bivio: aumentare i contributi o ridurre le prestazioni�.