L’Emilia contro il governo

30/04/2003





 
   
              ECONOMIA
              mercoledì 30 Aprile 2003




 
L’Emilia contro il governo

La Regione Emilia-Romagna ha impugnato per illegittimità costituzionale la parte relativa alle politiche attive di sostegno al lavoro della legge 30 (la delega 848 approvata di recente) «delega al governo in materia di occupazione e mercato del lavoro». Il ricorso si riferisce a tre articoli che disciplinano la materia ritenuta in violazione della competenza regionale stabilita dagli articoli 117 e 118 della Costituzione. Le disposizioni impugnate – contenute negli articoli 1, 2 e 8 – sono quelle che riguardano i servizi per l’impiego, i tirocini e la formazione professionale, l’attività amministrativa in materia di conciliazione delle controversie, la tutela e la vigilanza sulla sicurezza del lavoro. «Noi rivendichiamo le competenze che spettano alla regione come dal Titolo V della Costituzione – ha spiegato l’assessore Mariangela Bastico – competenze che mal funzionerebbero accentrate alla Stato. Non rivendichiamo nulla che riguardi i diritti dei lavoratori, che devono essere uguali in tutto il paese, e neppure altre parti della legge che riguardano i rapporti contrattuali, di esclusiva competenza delle parti sociali e del diritto civile, e i lavori atipici».