Legacoop lancia l’allarme economia

09/04/2004


  economia e lavoro




venerdì 9 aprile 2004
Legacoop lancia l’allarme economia

MILANO Il 2004 potrebbe essere un anno difficile per le cooperative, diversamente da quanto accaduto nel 2003.
L’allarme è stato lanciato ieri dalla Legacoop dopo la conclusione dei lavori della direzione nazionale. Secondo l’organizzazione il protrarsi della stagnazione, «confermata dalle sensibili riduzioni delle previsioni di incremento del Pil formulate dal governo e dai deludenti andamenti registrati nei primi mesi dai consumi interni e dalla domanda estera», pone l’esigenza di concentrare l’attenzione su fattori di rilievo per la competitività delle imprese cooperative, come la dimensione aziendale, le fonti di finanziamento, il rapporto banca-impresa, l’innovazione e l’orientamento all’export. La situazione di crisi, secondo Legacoop, dovrebbe essere affrontata con provvedimenti
coerenti ed efficaci, invece, per ora, «c’è solo un annuncio da parte del presidente del consiglio». In termini concreti, Legacoop ritiene necessario procedere ad una progressiva riduzione dell’Irap. Mentre suscita preoccupazione l’early warning della Commissione Ue sui conti pubblici che «giustificherebbe l’adozione di una metodologia diversa per la determinazione dei parametri sui quali calcolare il
deficit, attribuendo, in particolare, un peso diverso ad alcune voci di uscita, come gli investimenti in innovazione e ricerca, ed anche di entrata, in quanto le una tantum non ripetibili dovrebbero essere valutate in modo più severo».