Lecco, lunedì 9 giornata di sciopero nel turismo

06/12/2002







Laghi 6 dicembre 2002


            Lecco, lunedì 9 giornata di sciopero nel turismo

            LECCO — I tremila lavoratori dipendenti di bar, ristoranti, alberghi, strutture ricettive di imprese individuali e società del territorio, sono invitati dai leader di Fisascat-Cisl, Filcams-Cgil e Uiltucs-Uil, allo sciopero generale dell’intero turno di lavoro nella giornata di lunedì 9 dicembre.
            In sede nazionale l’astensione generale è stata invece indetta per venerdì 6 dicembre. Ma per la concomitanza con il giorno del patrono del capoluogo San Nicolò, è stato deciso di fissare l’astensione dal lavoro nella stessa giornata del 9 per essere parte di rilievo nella mobilitazione e per le assemblee dei lavoratori di Milano e alcune zone della Brianza.
            Il contratto di lavoro è infatti scaduto alla fine del 2001 e da allora le trattative con le controparti della Confturismo-Confcommercio, Confesercenti, Aica e Federturismo, non hanno permesso di concordare l’intesa auspicata del rinnovo.
            La richiesta di adeguamento delle retribuzioni mensili di parte sindacale è di 85 euro a regime, contro 63 proposti dagli imprenditori. Da parte imprenditoriale si sostiene che l’attuale congiuntura economica e le difficoltà già individuate per larga parte del prossimo anno non permettono di andare oltre quella disponibilità.
            Molto distanti sono inoltre le posizioni per il part-time, il lavoro supplementare, le ore di formazione per gli apprendisti, la flessibilità degli orari di lavoro. Le trattative perciò porranno essere riprendese soltanto con il nuovo anno.
            U.F.