Lecce. «Ora si indaghi sui bilanci della Cedi»

27/01/2003

LA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO




26 gennaio 2003
CRONACA di LECCE
Page 85
Rotundo e Capone
«Ora si indaghi sui bilanci della Cedi»
          «E ora si indaghi sui bilanci della Cedi». L’onorevole Antonio Rotundo ed il vice presidente della Provincia Salvatore Capone, plaudendo ai successi di venerdì per il futuro dei lavoratori, puntano il dito contro la società che «in meno di due anni ha accumulato una massa debitoria di oltre 380 miliardi di vecchie lire. Qualcosa non ha funzionato nella conduzione dell’azienda. E sino a ieri sulla vicenda hanno pesato interessi inconfessabili di natura affaristica che hanno determinato atteggiamenti ambigui e poco chiari». D’altra parte, Rotundo e Capone ritengono che «la decisione del Tribunale di accoglimento del concordato preventivo è una buona notizia che premia i lavoratori che si sono battuti per scongiurare il fallimento e lo spezzettamento dell’azienda; tutela i fornitori che rischiavano di vedere in fumo i propri crediti e persino la propria azienda (specie i piccoli); inoltre l’evidenza pubblica della procedura assicurerà che l’operato del commissario giudiziale sarà trasparente e non piegabile ad interessi diversi e di parte».