LE TRATTATIVE sono serrate, ma Mauro Rossi della Cgil non dispera .

28/07/2010

«Abbiamo riscontrato la volontà di trovare una soluzione, ora vedremo se alle parole seguono i fatti», commenta il funzionario dell a Cgil, dopo l ‘incontro avuto ieri a Riccione coi proprietari di un ho – tel a tre stelle che da mesi non paga i propri dipendenti. Non solo : i gestori del l ‘albergo (che non sono i proprietari, ma una società che detiene la gestione di altr e strutture in Riviera, anche a Rimini) hanno `sfrattato ‘ il personal e che aveva diritto al vitto e all’alloggio, costringendo alcuni dei dipendenti a dormire in spiaggia . «La situazione è molto complicata — ammette Rossi — ma ci sono margini di trattativa. Attendiamo risposte, dopo che, se sarann o negative, vedremo il da farsi» . Nell’hotel riccionese la vicenda si trascina da settimane. E anche se non sono ancora andat e in scena proteste clamorose, com e quella che ha visto protagonisti i dipendenti dell ‘hotel Maracaibo , il sindacato non resterà con le mani in mano. Ieri mattina i funzionari della Cgil hanno anche incontrato alcuni degli ex dipendent i
del Maracaibo (che nel frattempo ha continuato l ‘ attività col nuovo personale reclutato in fretta e furia dalla direzione), che potrebbero aprire una vertenza contro l’albergo. «Intanto — rivela Rossi — ci stanno arrivando altre segnalazioni di stipendi non pagati e anomalie simili, che si stanno verificando in altri hotel di Rimini e d i Riccione». Insomma, l ‘ estate nera degli alberghi non si ferma . Sono già una dozzina le strutture in cui i dipendenti (pur avendo un regolare contratto!) non hanno ancora ricevuto gli stipendi di giugno e, in alcuni casi, addirittura di maggio.
.