Le Terme cambiano pelle

01/04/2011

Bologna – Subentra una nuova società, riassunti quaranta dipendenti

SI VOLTA pagina alle Terme di Porretta con l`odierna riapertura degli stabilimenti: va in liquidazione la società presieduta dal luglio 2008 da Mauro Checcoli ed entra in scena, con il pagamento di un affitto alla precedente proprietà e con il compito di gestirte l`intero complesso, una nuova compagine di cui è amministratore unico Paolo Ghiacci. Classe 1960, laureato in Economia e Commercio, il neo dirigente è un uomo di spicco della `Mea Consulting`, l`autorevole gruppo bolognese che ha messo a punto il piano per il rilancio dell`azienda. Ci crediamo fermamente in questo progetto territoriale – spiega Ghiacci – il suo percorso prevede innanzitutto la risistemazione della vecchia società nei confronti delle banche e dei creditori, mentre con quella nuova si riparte oggi in attesa dell`entrata di operatori solidi e capaci a vario livello. Intendiamo lavorare in gran sinergia con le varie associazioni imprenditoriali.
Occorre il sostegno di tutti e a questo proposito desidero sottolineare la vici nanza come Provincia e Comune e ricevuta dalle istituzioni dei dipendenti che si dimostra no molto motivati per l`operazione di rilancio».


I NUOVI vertici aziendali hanno siglato ieri l`accordo con i sindacalisti Ignazio Reina della Cgil e Silvia Pergola della Cisl per il pagamento a scaglioni degli arretrati. Quaranta dei sessantasette in organico verranno riassunti gradualmente. Lune dì, nell`ufficio dell`assessore provinciale Graziano Prantoni – sarà invece firmata l`intesa per – la cassa integrazione straordinaria.
Lo stesso Assessore e la Presidente della Provincia Beatrice Draghetti hanno partecipato l`altra sera al pubblico incontro organizzato a Porretta dal sindaco Sergio Sabattini. I due amministratori di Palazzo Malvezzi hanno annunciato l`accettazione del trasferimento dalla vecchia società alla nuova delle concessioni per l`utilizzo delle acque termali. Contemporaneamente si sono detti favorevoli alla fornitura delle stesse acque ad altre realtà locali che ne facciano richiesta a precise condizioni. Il sindaco Sabattini, oltre a rendere disponibile il Comune di Porretta con una piccola quota ad entrare nell`azionariato della new company, auspica che prendano la medesima inziativa gli imprenditori della zona. Per questa finalità lavoreranno con impegno anche Ascom, Cna e le associazioni della zona. Nel frattempo continua il confronto fra i titolari dell`azienda termale e i rappresentanti dell`impresa edile `Lenzi Nello & C.` che ha depositato in tribunale istanza di fallimento per un credito di 791 mila euro per lavori eseguiti nel complesso delle Terme.