Le sorti di Cit alla cena di Soglia

21/11/2007
    mercoledì 21 novembre 2007

    Pagina43 – Finanza & Mercati

      PARTERRE

      Le sorti di Cit
      alla cena di Soglia

        Alcuni giorni fa, a una cena in un ristorante di Verona, il gruppo Soglia Hotels, che ha vinto l’asta del ministero per salvare Cit dall’amministrazione straordinaria, ha organizzato un incontro con la dirigenza della compagnia turistica travolta da un dissesto da 600 milioni.

        Dopo un anno e mezzo di amministrazione straordinaria (con un cambio in corsa di commissario straordinario) e una crisi che si protraeca dal 2004, Cit, nel frattempo delistata dalla Borsa, prova dunque a ripartire.

        Durante la cena, i manager superstiti di Cit hanno anche assistito a un discorso di Gianvittorio Gandolfi. L’imprenditore varesino, che aveva rilevato la Cit dalle Ferrovie nel 1998, ha tenuto le redini del gruppo fino a maggio 2005, quando si dimise dal cda per favorire il salvataggio. Chi ha buona memoria ricorderà che i rapporti tra Soglia e Gandolfi risalgono a prima del crack: poco prima dell’amministrazione straordinaria Gandolfi vendette la holding di Cit a Soglia Hotels, ma poi con l’avvio della procedura tutto era stato azzerato (S.Fi.)